venerdì, settembre 01, 2006

Pausa pranzo 1



L'avevo detto ... ecco un paio dei miei pranzi di questa settimana.
A sinistra una densa zuppa di farro e legumi ed edamame, a destra riso saltato, aringhe ed olive al martini.

Con un minimo di organizzazione si può mangiare bene anche in ufficio ed evitare i salassi dei bar e il cibo unto e di cattiva qualità o i troppi panini.
Ho scelto di portarmi il pranzo da casa più di una decina di anni fa, ben prima della macrobiotica e in occasione della chiusura della mensa per motivi igienici (!!!), i cambi di lavoro non hanno cambiato quest'abitudine e ho contagiato parecchi amici e colleghi. Sono quindi una veterana ed è ormai una tale abitudine che a volte mi porto il cibo anche quando so di uscire a pranzo, cosa che capita almeno una volta a settimana.
Questo non vuol dire che non mi stacchi dalla scrivania anzi spengo il pc, mangio e poi o leggo con calma un libro per una mezzora oppure esco (son fortunata visto che lavoro in centro) gironzolo per negozi e librerie.

Qualche trucco:
- cucinare una o due porzioni in più e congelare (sempre che non ve lo mangiate il giorno dopo);
- tenere in casa legumi già pronti o verdure da scongelare, qualche sottaceto o dei crauti
- tenere nel freezer del pane (fatto in casa? ;-)) a fette
- tenere nel cassetto cucchiai, forchette e tovagliolini; occupano poco posto e si lavano velocemente (esistono anche gli usa e getta di legno...per evitare la plastica)
- procurarsi contenitori ermetici o lunch box (se ne trovano di molto carini)
- procurasi un termos per le bevande o le minestre (se non avete la fortuna di avere la cucina in ufficio ;-)))
- convincere il capo a tenere un bollitore elettrico per l'acqua

Prima o poi farò una foto alla mia scrivania e al mio cassetto ... e soprattutto alla mia collezione di bento box e lunch box (l'incubo dell'uomo macrobiotico a metà ;-)))

13 commenti:

kiki ha detto...

E' da molto che mi chiedo se il pesce crudo può in qualche modo essere nocivo.
La macrobiotica se non sbaglio nasce come dieta crudista e il pesce qulche volta è consentito, ma obiettivamente sono convinta che tu possa darmi qualche notizia in più...

Ps: le tue foto fanno venire voglia di mangiare in qulunque momanto della giornata :D

mamina ha detto...

A me, la zuppa di farro mi piacce molto.

petula ha detto...

kiki sei troppo carina...;-))

premesso che la macrobiotico non nasce come dieta crudista ma l'esatto contrario (inizialmetne è stata usata per curare malattie come la tbc e i danni della bomba atomica proprio con riso stracotto e verdure ;-))), il pesce crudo può far male solo se non si controlla la provenienza (mercurio, strane bestiole etc) e comunque non può essere un cibo giornaliero. contrariamente a ciò che si pensa, i giapponesi non mangiano sushi tutti i giorni ma è un cibo della domenica...
sushi, sashimi, pesce crudo marinato all'italiana, così come quello cotto sono una buona fonte di proteine e di energia di cui però non bisogna abusare.

petula ha detto...

...pure a me!!!!!

kiki ha detto...

Grazie mille per le delucidazioni!
In effetti mi sembrava molto strano.
Così con una sola domanda ho due certezze in più!
Sei troppo utile!
Ma soprattutto sempre mmmolto gentile!

Ciauz

Balente ha detto...

Urca il bento box! Sono anni che lo sogno...ma a Roma non ne ho ancora scovato uno decente... Da tempo spulcio un blog su una mamma che prepara i pranzi veg che il bimbo consuma a scuola (http://veganlunchbox.blogspot.com): invidio abbestia quel bimbo per i suoi portapranzo...
Votatissima anche io al pranzo portato da casa, mania che condivide anche il mio capo-amico: e non così di rado i pochi colleghi con cui lavoro "spizzicano" dai miei contenitori.

Ndr: oggi ho la "tua" vellutata piselli&zucchine al lime...

Fra ha detto...

Quel blog della mamma vegana è bellissimooo *o*

petula ha detto...

e lo so vegan lunch box ha provocato numerose richieste di adozione ;-DDDD
per i bento box date un'occhiata su ebay....ce ne sono a decine e uno più bello dell'altro. ci si deve però rassegnare all'acquisto oltreoceano...a milano periodicamente li ha muji, ma solo neri o bianchi e senza accessori; qualcosina si trova anche da moroni gomma e hightech ma più che altro borsine o scatole.

Anna ha detto...

Sembra io mio pranzo! Mi sono detta "mi stano spiando". Anche io ho rinunciato da tempo ai panini per pranzo, sono deleteri, meglio una bella zuppetta di farro o del tofu saltato con le verdurine.

LaCuocaRossa ha detto...

anche mio marito sono finalmente riuscita a convertirlo al cibo da casa (di cui io sono convinta fan e assertrice) grazie al fatto che si sente meglio e ha eprso 1,700 kg in una settimana mangiando molto meglo che negli ultimi anni!!!
per la macrobiotica, non sapevo che fosse recente, credevo derivasse da abitudini alimentrai antichissime

petula ha detto...

la macrobiotica deriva dalla tradizionale cucina giapponese e dalla medicina orientale, ma la sua, se così vogliamo definirla, canonizzazione è degli anni 20/30 del secolo scorso con osawa, i cui studi sono poi proseguiti con michio kushi.

Robi ha detto...

Non ci crederete ma io il bento box della mamma vegana l'ho acquistato...non ho resistito è stato il mio regalo di compleanno, adesso lo uso con immensa soddisfazione...ne è valsa la pena!
W il laptop lunchbox!!!!!
PS: da un sito americano http://www.reusablebags.com/

petula ha detto...

certo che ci credo io ho ordinato i miei in giappone....e moroni gomma a milano ormai ha il mio numero di telefono vistoi soldi che spendo da loro ;-)))
grazie per l'indirizzo laptop non spedisce in italia e credo che mi farò un bel regalo di compleanno con un paio di mesi di ritardo!