lunedì, luglio 10, 2006

Olive, Martini, cibo e tanti amici



Sabato ho mescolato un paio di blogger (Sandra e Lilli), amici di vecchia data, amici quasi nuovi e fidanzati, mariti .... mescolato come un buon cocktail martini e ne è venuto fuori un pranzo che è durato fino a notte inoltrata.
La petulante in onore al suo nome ha proposto a tutti di portarsi il cibo soprattutto se erano interessati a qualcosa che non fossero vedure e bruschette: un delirio di cibo e vino!!!!
Giornata meravigliosa con cane dei vicini a fare incursioni, chiacchiere da goduria e un'allegria esaltante (dell'anguria da 14 chili rimasta nel frigo vi racconto nei prossimi gioarni ,-DDD) .

Sandrina con la generosità che la contraddistingue non solo mi ha riempito di regali (le forchette per le patate mi erano sconosciute...), ma mi ha portato la torta di compleanno e soprattutto i pasticcini di pasta di mandorle; Lilli invece è arrivata con un cesto in vimini da nobildonna ricolmo di focaccine alla salvia, salciccia di Bra, olio e vino (nei suoi post potete vederli); gli altri si sono sfogati in chili di salamelle e formaggi, angurione e ovviamente ancora vino!!!!



Io invece mi sono limitata alla "location", soliti pomodorini, hummus, dip "petulante" al pomodoro (metterò le ricette anche di quelli) e soprattutto ho fatto le olive al martini della Ross ... capa e fatina del forum di Coquinaria. Queste olive sono un sicuro successo e più vengono lasciate a macerare più diventano buone. Rispetto alla ricetta originale credo di aver operato dei cambiamenti sulle proporzioni, l'idea della Ross però è geniale. Ho visto gente pucciare il pane nel sughetto!!!!!!

500 gr di olive dolci in slamoia di buona qualità (nocellara o del Belice)
2 cucchiai di olio d'oliva
4 cucchiai di Martini extra dry o dry
2 cucchiai di succo di limone
1 cucchiaio di zeste di limone

Sciacquate molto bene le olive dalla salamoia. Mettele in una ciotola o in un barattolo insime a tutti gli altri ingredienti e mescolate bene e mettete in frigo per almeno una giornata. Il liquido non coprirà le olive e quindi dovrete aprire il frigo e mescolare ogni tanto (il barattolo funziona meglio perché si usa come uno sheker). Toglietele dal frigo un paio d'ore prima di servire.

Questa invece è per Sandrina!!! Grazie!!!!

8 commenti:

Gourmet ha detto...

:-)
Pregooooooooo!! :-D

Sto pensando di produrre in serie (artigianale) i pasticcini di pasta di mandorle!! :)
Giò voleva passare a trovarmi in pasticceria!! ;-)

Francesca ha detto...

Bella festa piena di amici e di cibo buono, un ottimo modo per festeggiarsi.
Tanti auguri anche da me

Anonimo ha detto...

ma compi anche tu gli anni l'8 luglio?splendido!!!!!è un po' che volevo chiedertelo...in un post parli del "tuo elemento legno"...cosa vuol dire? questa cosa mi incucriosisce da matti!!! ho provato il lievito in scaglie ed è semplicemente FA VO LO SO!!!!grazie grazie per le tue dritte...
Giorgia

petula ha detto...

sandrina...hihihi!!!! e pensa che è un siciliano vero!!!!

no no gli anni li compio tra una decina di giorni ma ho festeggiato in anticipo (metà delle persone manco lo sapevano a dire il vero)... il concetto di elemento legno fa parte della medicina cinese, ma è un discorso un pochino lungo...comunque è l'elemento in me preponderante (non c'entra nulla con astrologia o cose simili ;-))

perec ha detto...

baci petulosi...

Anonimo ha detto...

immaginavo che fosse una cosa molto diversa dell'astrologia e dallo zodiaco...se hai 2 secondi ti va di spiegarmelo meglio via mail? ma solo (e tassativamente) se non hai altro di meglio da fare e se ne hai voglia, non voglio assolutamente farti perdere tempo!!!!!questa è la mia mail: fatagio@hotmail.com
grazie in anticipo davvero
Giorgia

petula ha detto...

scusa giorgia ma spiegare per mail la teoria dei cinque elementi non è facile. non me la tiro ;-)) ma tale teoria è alla base della medicina cinese per cui ti consiglio piuttosto di puntare su un buon manuale (la mediterannea ne ha pubblicati di ottimi).
un abbraccio!

Anonimo ha detto...

tranquilla!!!io c'ho provato ;-P allora mi fiondo in libreria...grazie mille davvero
Giorgia