lunedì, ottobre 30, 2006

Panini alla zucca



La zucca impazza e ne ho la casa invasa: problemi di quando si va all'ortomercato e si compra in quantità da ristorazione ;-D.
Devo dire che la mia preferenza va alle zucche dette Okkaido, piccole, verdi (come quelle della foto) e dolcissime. Hanano la polpa asciutta e possono essere usate un po' per tutto dai tortelli ai dolci. In più è il cibo per eccellenza di una stagione come l'autunno ... dolce al naturale e coccolante (;-)) per lo stomaco.
Perché quindi non fare i panini per la colazione alla zucca? Con un pochino di marmellata sono perfetti e si possono congelare senza problemi.
Le dosi sono indicative perchè tutto dipende dal tipo di zucca e da quanto sarà acquosa (con le mantovane è un problema che mi si presenta sovente...) dopo la cottura.
Noterete che non c'è acqua, non è un errore, la polpa della zucca farà anche da parte liquida. Se l'impasto, che dovrà avere la consistenza della pasta da pane, dovesse risultare troppo asciutto aggiungetene qualche cucchiaio oppure aggiungete ancora un pochino di polpa di zucca.

200 gr di zucca già cotta e pulita
150 gr di farina integrale
100 gr di farina manitoba o di forza
4 gr di lievito di birra secco ((gr di lievito fresco)
2 cucchiai di malto o sciroppo d'acero
una manciata di noci
una manciata di uvetta
un pizzico di sale
qualche cucchiaio d'acqua (se necessario)

Frullate la polpa della zucca e mettetela in una ciotola o nell'impastatrice con il lievito di birra secco (se volete usare quello fresco scioglietelo in un cucchaio d'acqua, non di più...), il malto e un pizzico di sale e mescolate bene. Aggiungete poi le due farine a cucchiaiate fino a ottenenre un impasto liscio ed elastico e non troppo asciutto. Mettete in una ciotola unta e fate lievitare coperto e in luogo caldo fino al raddoppio.
Tritate grossolanamente le noci e mettete a mollo in acqua calda le uvette.
Riprendete la pasta e aggiungete le noci e le uvette ben strizzate. Impastate bene e poi ricavatene dei panini tondi che metterete su una teglia da fono ben distanziati tra loro. Coprite con un canovaccio e fate lievitare per mezz'ora. Cuocete in forno caldo per 15 minuti.

14 commenti:

Marcy ha detto...

Che buono il pan di zucca!
E questa versione mi piace un sacco!
Grazie Petula!
P.S. Io lo faccio a forma di treccia!

cannella ha detto...

Cosí imparate ad andare all'ortomercato senza di me...(questo è un commento anonimo). Adesso ne paghi le conseguenze...

mamina ha detto...

Come sono belli, che bella colore... mi piaccono questi panini

Anonimo ha detto...

cara petula
seguo il tuo blog da un pochino e mi fai frullare in testa mille idee su mangiare, salute, equilibri, fantasia...beh, brava, un sacco di complimenti, questi pani sono una meraviglia!
roberta

nanna ha detto...

MITICA! ho mangiato dei morbidissimi panini alla zucca in montagna nel weekend e stavo giuto cercandone la ricetta :)))

colin ha detto...

una delucidazione:
se ho il lievito madre perchè non usare quellO?
e in quali dosi, se è possibile saperlo?

Asandra ha detto...

Ciao Petula, ho scoperto il tuo blogger per caso ed ora lo consulto spesso. Mi dai delle belle idee e soprattutto la possibilità di avvicinarmi ad ingredienti per me finora sconosciuti. A questo proposito volevo chiederti che tipo di malto usare per questa ricetta.
Grazie

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

posso mettere qualsiasi tipo di farina? sai la zucca mi piace tanto e mi piace tanto anche il tuo blogger che vado spesso aconsultare grazie

Petula ha detto...

grazie a te. se non vuoi mettere la farina integrale usa comunque una farina di forza come la manitoba (la trovi in tutti i supermercati anche come farina americana) perché la polpa della zucca tende a non facilitare la lievitazione

Anonimo ha detto...

Ciao...sono un'appasionata del tuo sito (non passa un giorno senza dare un occhiata), sono mesi che provo le tue ricette e devo dire che ci sono riuscita a farle abbastanza bene...però questi panini non riesco mai a farli lievitare...4gr contro 10 gr....
La quantità di lievito suggerita da te è molto inferiore alla quantità che c'è scritto sulla confezione di usare...
Magari mi poi dare un consiglio? Grazie...

Non sono italiana, spero che sono riuscita a spiegarmi bene...

Petula ha detto...

ti sei spiegata benissimo...io uso sempre dosi di lievito minime perchè quelle suggerite nelle confezioni son eccessive e tendono a far lievitare anche lo stomaco (soprattutto per chi è allergico). per le dosi (500 gr di impasto) indicate 4 gr son più che sufficienti. per quanto tempo fai lievitare l'impasto? mi raccomando anche per questo non seguire le istruzioni delle confezioni, copri con panno umido e metti in un luogo caldo e aspetta ;-)
fammi sapere

Anonimo ha detto...

Ciao Petula...sono riuscita a fare i panini con poco lievito...grazie grazie, grazie!!
Il posto caldo lo trovato finalmente....il forno un po riscaldato.

Non lo so se posso chiederli un altra cosa...nelle sue ricette c'è sempre la soia ed le alghe.
Il mio problema è che tempo fa ho avuto dei disturbi alla tiroide (risolti adesso con l'aiuto dell'omeopatia),hypotiroidismo. Leggendo ai tempi vari libri sono rimasta con l'ideea che la soia non fa bene nel mio caso.
Mi puo dire lei qualcosa? Secondo lei posso andare a provare anche le ricette con questi ingredienti?

Grazie...

Petula ha detto...

bene!!!!! bastava aver un pochino di pazienza e di calore (nel senso del forno) ;D

per fortuna nelle mie ricette soia e alghe non ci sono sempre sempre, hai la possibilità di scegliere anche altri cibi.
se desideri introdurre la soia fallo in quantità ridotte una o due volte al mese e vedi come va :-)

Anonimo ha detto...

Cara Petula....volevo dire spesso c'è la soia (tofu, miso, l'alghe...tra l'altro ho fatto il tuo dado ed e buonissimo).
Comunque non riesco a mangiare solo 2 volte al mese, però tengo d'occhio la mia tiroide.
Ti ringrazio di nuovo per le tue ricette...