giovedì, ottobre 12, 2006

Club del wok: bok choi al mirin



Apriamo la stagione dei cavoli con un cavolo straniero: il bok choi (pak choi, bok choy o cavolo cinese). Più dolce e morbido rispetto ai nostri cavoli, assomiglia in aspetto più a una catalogna nana ;-) e ormai si trova nei mercati molto facilmente. Come tutti i cavoli è ricchissimo in vitamina C , calcio, acido folico e potassio, sostanze considerate anti tumorali.
A me intriga molto proprio il suo sapore dolce (meno cavoloso della verza) e la sua estrema duttilità in cucina. Ci si possono preparare minestre, stufarlo o metterlo sotto sale o aceto oppure aggiungerlo al riso e saltarlo in padella.
Questa volta l'ho saltato nel wok in onore del ritorno di Cannella dopo un mese di gironzolamenti in Canada ;-D

4 bok choi
1 cucchiaio di olio di sesamo
1 cucchiaio di salsa di soia
2 cucchiai di mirin
1 cucchiaino di gomasio

Sbollentate per 2 minuti le foglie dei bok choi in acqua bollente, poi mettete ad asciugare su uno strofinaccio. Scaldate il wok, unite l'olio, la soia e il mirin e fate scadare. Tagliate il bok choi a pezzetti e versatelo nel wok. Fate saltare il tutto per qualche minuto e infine spolverate di gomasio. Deve rimanere croccante. Fate riposare per un paio d'ore in modo che i sapori si amalgamino bene. Scaldate per qualche minuto prima di servire. Perfetto con un riso basmati o integrale al vapore.

9 commenti:

lory ha detto...

salve,
sembra buono!

ValentinaLou ha detto...

Sei il mio idolo culinario :-)
Stasera mi compro il wok!
Dici che quello dell'Ikea andrà bene?
Grazie :-)

gulatalpina ha detto...

perchè io nn trovo wok in ghisa ma solo in alluminio ricoperti di antiaderente????? Uffaaaaaaa!!!!
Ciao Petula, magari nn ti importa ma volevo farti sapere che ho iniziato a mangiare le alghe, per ora solo arame e nori..........mi piacciono un sacco!!!!

petula ha detto...

valentinalou...esaggerata!!!!! ci manca solo l'altare! ;-DDD dipende cosa vuoi fare, il mio è in ghisa e risulta difficile spadellare le cose e bisogna usare cucchiai o forchette, però è perfetto per le fritture, per stufare e bollire perché tiene la temperatura in modo straordinario. quelli dell'ikea di solito sono in alluminio con antiaderente o senza. leggeri e perfetti per le cotture veloci. quelli in ghisa non sono facili da trovare e sono pesantissimi.

gulatalpina...mi fa piacere ;-) sai che non saprei dove indirizzarti? a milano puoi provare da medagliani o da kitchen.

gulatalpina ha detto...

hem.....sono a Roma..... :(

cannella ha detto...

Ma come hai fatto a sapere che posto la nuova edizione (piena di novità) del club del wok proprio oggi??? Non te l'ho detto, vero???
Io inizio a spaventarmi di 'sta cosa...

petula ha detto...

gulatalpina...mmmm e allora è un vero casino ;-) mi spiace

canny...mi spavento pure io! non lo sapevo!!!

giulia ha detto...

Per gulatalpina: se vuoi comprere un wok non prendere quelli all'ikea o comunque quelli antiaderenti: in entrambi i casi si tratta di recipienti di qualità inferiore al wok tradizionale e ricordati che il fondo non deve essere piatto ma concavo.
Io ho avuto la fortuna di comprarlo direttamente in cina ma
se vai nei china market o presso gli empori orientali trovi di sicuro il wok che usano i cinesi: costano poco e durano una vita. e ricordati di prendere lo stand ring... per appoggiare meglio il wok sul fornello.
un salutone a tutti, ciao
giulia

PS Ciao Petula, hai mai usato i bastoncini per wok? sono molto pratici per girare velocemente i pezzetti di cibo.

Anonimo ha detto...

sul sito afcoltellerie punto com trovate dei bei wok in ferraccio proprio come quelli che hanno in cina. ne ho regalato uno per natale a mio padre che è entusiasta!