martedì, ottobre 30, 2007

Purea di patate dolci



Qui regna il grigio assoluto: nebbia e pioggerellina imperano e ci sto come in un baccello (ho troppi geni padanorisicoli ;-))) ma è il periodo miglio per il "cibo-coccola".

Per contrasto così come mi piacciono i cibi croccanti e dai gusti forti, amo i cibi morbidi e caldi ... un bel ritorno all'infanzia soprattutto con tutto quello che è purea. Mi piacciono tutti i tipi di purea da quella di zucca alle mele fino al sedano-rapa.
L'altro giorno però volevo qualcosa di caldo ma anche di colorato. Le patate dolci che vendono in Italia tendono a essere grigiastre una volta cotte e forse troppo simili al colore plumbeo del cielo.
Zafferano e pepe rosa hanno dato loro un po' sprint. Le ho cotte a lungo e abbinate sempre a una proteina vegatale, il curry di tofu ad esempio, o animale, come il salmone marinato.

3 patate dolci medie
1/2 litro di latte di soia non zuccherato
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva leggero (ligure o Garda)
4/5 stimmi di zafferano
sale
1 cucchiaio di pepe rosa

Avvolgete le patate in carta d'alluminio e cuocetele in forno caldo a 180° per 40 minuti.
Mettete a bagno gli stimmi di zafferano in due dita di acqua tiepida.
Tirate fuori dal forno le patate, scavatene la polpa e mettetela in una pentola con il latte di soia e un pizzico di sale. Portate a bollore, abbassate la fiamma e fate cuocere per 15 minuti poi con un cucchiaio montate il purè aggiungendo l'olio (se risultasse troppo denso aggiungete altro latte di soia). Unite lo zafferano e aggiustate di sale.
Servite spolverato di pepe rosa frantumato con le mani.

10 commenti:

Moka ha detto...

cactus!
m'hai fatto venire in mente che ho tre patate dolci rosse che vengono dal Jap!
tra un po' facevano comarella con i cavolfiori :-)))))

MATTEO ha detto...

Molto intelligente l'idea di cuocere le patate prima in forno, buono!!
Ciao e compliments!
;-)

robi ha detto...

petula finalmente mi sono decisa a scriverti trovo le tue ricette stupefacenti e stimolanti sotto tutti i punti di´vista mi hai insegnato un sacco di cose ! grazie :))ciao by robi

Moka ha detto...

aahh beh...che dire
fatto..mangiato..ed avanzato!
si..per oggi, per godere ancora di più di questo piattino!

Brava Petulina!

Alberto ha detto...

ciao Petula, devo fartii complimenti per il blog.. sono un ragazzo di vent'anni con la passione per la cucina... è da questo pomeriggio che (tramite un forum) la mia curiosità verso il mondo e la cucina vegan si è accesa.. sono arrivato nel tuo blog cercando la ricetta per fare il tofu (odio le cose pronte, se qualcosa mi interessa provo a prepararmela da me prima di fiondarmi nei negozi e prenderla già fatta)e me lo sono spulciato quasi tutto! tant'è che ancora non sono andato a letto e ho iniziato verso le 3.30 a girarlo...
che dire... ha risvegliato tante voglie di sperimentare in me... e spero di mettere in praica qualche tua ricetta.. primo di tutti ovviamente il tofu di cui ho sempre sentio parlare ma non l'ho mai assaggiato. poi la cultura orientale (e giapponese in particolar modo) mi ha sempre affascinato, sopratutto in cucina. quindi il tuo blog è capitato proprio a "fagiuolo" (di soia :P )

una piccola nota:
ho visto che tra i link ai siti c'è pure Jamie Oliver!! vero è che non giro molti blog/forum di cucina ma sei la prima persona che vedo che lo "cita".. quando i miei, anni fa, hanno disdetto l'abbonamento a tele + ero tristissimo perchè non potevo più vedere raisat gambero rosso.. e i miei programmi preferiti erano proprio quello di Jamie Oliver (tra l'altro batterista come me) e della "nostra" Laura Ravaioli..

scusa per il commento chilometrico ma, sfortunatamente, il dono della sintsi non mi appartiene :)
Ciao, Alberto.

Anonimo ha detto...

ciao petula
complimenti per il tuo blog mia moglie e io lo guardiamo molto spesso poichè mangiamo macrobiotico
mettiamo in pratica le tue ricette e sono davvero ottime!!!
ma il tuo blog ci piace tanto anche per un'altra cosa e cioè per i tuoi commenti molto divertenti che fai sul tempo, i tuoi viaggi,il tuo lavoro in ufficio ecc..
potresti scrivere di più su queste cose? grazie mille
P.S:puoi dirci che lavoro fai?
io sono un insegnante di milano
mia moglie è impiegata a milano
è possibile una volta incontrarci?
ci sei così simpatica!
simone e marta

Mitalia ha detto...

Complimentissimi per il blog e per le ricette.

Anch'io mi diletto un po' in cucina ed ho un blog di ricette vegetariane-esoteriche.

Vado subito a metterti nei link preferiti e corro a fare la tua zucca al forno!

Un piacere veramente, passerò di nuovo.

Besos

Anonimo ha detto...

ciao, molto bello il tuo blog penso che adesso che ti ho trovato ti verro' a trovarti spesso

marianna ha detto...

Ciao Petula! sono Mary di Anobii, adoro le tue ricette e il tuo blog ma...ho un piccolo problema...sono allergica alla soia e così molte ricette non so come farle.Qualche idea?Latte vaccino?
Ah...sarei allergica anche ai piselli ma...quelli compaiono un po' di meno.
grazie
Mary

Petula ha detto...

moka..gongolo!!!! controlla la posta nei prossimi giorni ;-))))

robi...grazie!!!! benvenuta!

alberto...grazie di tutti i complimenti. mi fa un grandissimo piacere il commento kilometrico: risvegliare curiosità e voglia di sperimentare è bellissimo.
abbi pazienza, risponderò alla tua mail nei prossimi giorni.
jamie oliver mi piace ma non mi fa impazzire, adoro invece nigella e il cuoco in black.

simone e marta...;-DDD grazie. siete troppo simpatici. scrivetemi. ;-))

mitalia...vegetariane esoteriche?????? spiegami meglio....

mary...il latte vaccino proprio no (almeno non per i macrobiotici ;-))) latte di riso o di avena o acqua e brodo o niente del tutto.;)