martedì, luglio 11, 2006

Spaghetti basi/miso



Con questa ricetta inizio una piccola collaborazione con il sito VeganItalia, una volta alla settimana troverete le Ricette di Petula.
Certo la macrobiotica è un'altra cosa ma ci accomuna la ricerca per una cucina naturale, buona e con poche proteine animali.
Son molto contenta di questo perché l'inventore di VeganItalia (hanno pure un podcast molto divertente) è Stefano Momenté il cui libro "Il vegan in cucina" staziona sulla mia libreria da qualche anno.

In un momento in cui il caldo si fa sempre più insopportabile la necessità di recuperare i sali minerali che perdiamo con la sudorazione si fa impellente così come quella di difendere l'intestino dagli sbalzi di temperatura dovuti all'aria condizionata di negozi e uffici. E cosa c'è di meglio del miso???? la zuppa non riesco proprio a farla, ma il miso può essere usato a crudo in molte salse e preparazioni e quindi ho fatto andare un pochino la fantasia ;-)) Perfetta anche per chi deve seguire diete iposodiche.

200 gr di spaghetti

30 foglie di basilico
1 cucchiaino di miso bianco (o d'orzo)
1 cucchiaio di pistacchi di bronte
1 cucchiaio e 1/2 di lievito alimentare in scaglie
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
2 cucchiai di acqua tiepida

Lavate le foglie di basilico e sciogliete il miso nell'acqua calda. Mettetele in un mortaio o in un blender con i pistacchi (tenete da parte qualcuno) e cominciate a frullare. Aggiungete man mano l'olio, il lievito e infine l'acqua con il miso. La salsa dovrà risultare non troppo densa. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua calda salata e conditeli con la salsa. Decorate con i pistacchi triturati a coltello.

16 commenti:

Gourmet ha detto...

Cherie.. che chic!!! Su veganitalia... Brava!! :)
baci

Francesca ha detto...

mettere il lievito a cosa serve?

petula ha detto...

sandrina..grazie!!!

francesca ... non si tratta del lievito per il pane ;-) ma del lievito alimentare che si trova nei negozi bio e serve a dare densità e un sapore particolare (per me formaggioso) alla salsa...oltre a essere una bella botta di vitamina B.provalo è ottimo!

Francesca ha detto...

ah curiosa questa cosa. allora proverò;)

Elisa ha detto...

Chiara, l'allergia ai lieviti mi vieta anche il lievito in scaglie, secondo te?

Baci!

petula ha detto...

elisa....evitalo e mettici il germe di grano o del tofu (lo che non ti piace ma così è mistificato)...qualche mese di pazienza e potrai tornare a mangiare tutto!!!!! ;-*

Fabienne ha detto...

Oh it's really beautiful and gorgeous

Vic ha detto...

...mmm....che ne pensate di questo???..



IL PESTO ALLA GENOVESE

Basilico (Ocimum Basilicum) - 4 mazzetti di foglie di basilico fresco
Il Basilico deve essere quello che presenta i requisiti qualitativi e varietali previsti dal Disciplinare che regola il corretto uso della denominazione "basilico genovese", sia utilizzato direttamente, sia in alternativa quale componente di un semilavorato composto da basilico genovese, fresco o conservato, olio extravergine di oliva di produzione ligure o ottenuto in regioni italiane contigue.

Olio extravergine di oliva - 1 bicchiere
Deve essere di origine ligure o prodotto in regioni italiane contigue e deve corrispondere ai requisiti del regolamento 796/02/ CEE.

Formaggio grattugiato - 3 cucchiai di parmigiano e 3 di pecorino
Deve appartenere alle tipologie DOP "Parmigiano Reggiano" o "Grana Padano" o alla tipologia "Pecorino" (romano, toscano, sardo o siciliano).

Aglio - 2 spicchi
Quello tradizionalmente utilizzato.

Pinoli - 1 cucchiaio
Ottenuti da Pinus pinea devono essere prodotti nell'area mediterranea.

Noci (facoltative)
Ottenute da "Juglans regia" devono essere di origine europea

Sale grosso - qualche grano

Buon appetito??

Fra ha detto...

una domanda..io ho trovato solo il lievito in fiocchi..è lo stesso di quello in scaglie o no??

petula ha detto...

fra... sì è lo stesso, lo chiamano in vari modi ;-))

fabienne...thanx !!!!

Fra ha detto...

perfeeettooooo thanx ;-D

Vic ha detto...

nemmeno un parere sulla ricettina alla genovese??...bhèèè???...

Anonimo ha detto...

Il pesto? Ma l'hai messo in una ricetta vegan!

Vic ha detto...

bhè volevo avere un parere dato che qui vedo molti prodotti orientali e il nostro pesto è cmq fantastico...di una squisitezza senza limiti non credete?...proviamo a creare un pesto Macrobiotico...eheheh..ciao!

petula ha detto...

vic il pesto macrobiotico è già stato proposto in più di un'occasione in diverse varianti...forse devi leggere meglio il blog (è su da più di un anno e di ricette ce ne sono parecchie ;-)) e non proporre un pesto tradizionale, se desideri questo forse non sei nel posto giusto. ;-)

petula ha detto...

.. e per inciso questo è un pesto macrobiotico...;-)