mercoledì, dicembre 13, 2006

Le streghe son tornate...



e per Natale son perfette! Inizia la ricerca e sperimentazione delle ricette per i pranzi natalizi...

La ricetta non è mia ma delle sorelle Simili, autrici di Pane e roba dolce e Sfida al mattarello (ed. Vallardi): due mostri sacri della panificazione e pazienti insegnanti a numerosi corsi. Non mi chiedete però dove fanno i corsi perché non ne ho la più pallida idea, le ho seguite qualche anno fa e non sono informata ;-)))
L'ho modificata solo nella quantità di lievito e nel fatto che non ci metto lo strutto manco se mi pagano ;-DD
Le streghe sono semplicissime da farsi e sono un successo assicurato. Perfette con tutti i tipi di antipasto natalizi..van bene persino con il patè di alghe!

300 gr di farina 0
130 gr di acqua tiepida
3 cucchiai di olio extra vergine + 2 per spennellare
1/2 cucchiaino di sale + sale grosso per la superficie
3 gr di lievito secco o 8 di fresco

Impastate tutti gli ingredienti e fate lievitare in una ciotola unta e coperta in luogo tiepido.
Poi armatevi o di macchina per la pasta o di mattarello.
Passate la pasta nella macchina fino al blocco 2 o tiratela sottilissima.
Deponete questa sfoglia su una teglia coperta con carta forno e tagliate delle losanghe. Spennellate con olio e spolverate di sale. Mettete in forno per 5/10 minuti fino a quando non avranno i bordi dorati.
Si servono tiepide o fredde e si conservano qualche giorno in una scatola di latta.

14 commenti:

daniela ha detto...

Per farle gonfiare bene, quando la pasta è abbastanza sottile, spolverare bene con della farina e sovrapporre due strati di pasta. Stendere ancora, tagliare le losanghe e infornare.

Comunque a me non sono MAI durate qualche giorno ... le finisco prima :-)

Anonimo ha detto...

ciao petula
avevo una curisità da chiederti se per caso ti è mai capitato di fare dei biscotti allo zenzero, conosci quelli di ikea?
hai qualke suggerimento da darmi
bye fabiola

Menta ha detto...

Oh, fonte inesauribile di ispirazioni culinarie!
Queste nella loro semplicità mi sembrano fantastiche.
Un'altra perla macrominimalista.
Due domandine:
per lievito secco intendi il lievito di birra da sciogliere in acqua o quello istantaneo?
si chiamano davvero streghe?
Grazie ancora :-)
M.

Robigna ha detto...

che fame :-O E' una bellissima ricetta!
Petula, tra "Pane e roba dolce" e "Sfida al mattarello" secondo te qual'è assolutamente da avere? vorrei comprare un libro delle Simili ma non tutti e due :-)

Anonimo ha detto...

Blog appetitoso, appena adesso degustato per la prima volta. Visto che sarò a breve milanese anch'io ed amo la cucina (sana) alla follia, mi faresti felice dandomi un po' di indirizzi per coccolare anima e corpo con i sapori.

valeria ha detto...

ciao!
con che cosa si mangiano? sono tipo dei crackers? hanno un abbinamento tipico?

attendo lumi.

baci!!

Anonimo ha detto...

Si può usare anche dalla farina integrale? ciao e ottima idea per antipasti stuzzicanti!

petula ha detto...

dani...bella idea!

fabiola...purtroppo io e i biscotti non andiamo d'accordo, non li amo molto e i biscotti macrobiotici son in genere terribili. per onestà, ho provato varie ricette ma buoni come quelli normali non vengono mai...quelli ikea son biscotti normali e se cerchi in rete di ricette ne trovi parecchie ;-))

menta...lievito di birra e sì, si chiaman streghe ;-D

robigna...pane e roba dolce è un libro sul pane, sfida al mattarello sulla pasta. dipende da ciò che vuoi fare.

anonimo...curiosa un po' sul blog e sui link, indirizzi e simili li ho messi in vari post.

valeria...son simili ai cracker e come ho detto si abbinano a tutto ;-))

mattop...certo! faran meno bolle...

kiki ha detto...

Anche io le farò presto con la farina integrale e con il consiglio di Daniela!!!
Grazie Petula!!!

Vale ha detto...

quanto tempo vanno fatte lievitare?
sono anche io alla ricerca disperata di qualche stuzzichino "salutare" e buono per Natale!

Riccardo ha detto...

Cavolo...complimenti!
La ricetta sembra veramente molto facile...e davvero gustosa...

p.s. frequento questo blog da pochissimo e apprezzo veramente la tua scelta di utilizzare ingredienti soltanto "buoni puliti e giusti".

Ciao!!!

petula ha detto...

vale..il tempo del raddoppio ;-)

danielad ha detto...

sentivo la mancanza delle sorelle Simili :-))))

Le loro ricette che preferisco sono i grissini
http://senzapanna.blogspot.com/2006/05/pancarr-di-endrya.html
e il casareccio
http://senzapanna.blogspot.com/2005/12/pane-casareccio-sorelle-simili.html

Riccardo ha detto...

Ciao Petula!
Ricetta copiata e riadattata sul mio blog...

attendo visita e commento...
bacio, Riccardo