venerdì, aprile 28, 2006

Il pane della signora Grant



Questo è un pane facile facile senza il lievito madre...per la gioia di chi è terorizzato da esso ;-DD
Si può fare la mattina della domenica e mangiare a pranzo ancora tiepido o farci i panini per il picnic del 1 maggio. E' morbido e profumato, non ha bisogno di essere impastato molto visto che il composto è molto morbido....a prova di prima volta!
Da fare soprattutto con farine integrali magari mescolando avena, farro e integrale normale così da avere pani molto profumati e di cerali differenti.
La ricetta vien sempre dal libro di Linda Collistar alla quale come al solito ho apportato un paio di modifiche tra cui quella più importante di diminuire il lievito. Usare un intero panetto di lievito di birra fresco (25 gr) o un'intera bustina di secco per una proporzione di farina di 500 gr è decisamente troppo, il pane tende così ad essere indigesto e a lievitare nello stomaco: è sufficiente meno della metà per avere un pane ben lievitato, leggero e senza retrogusto di lievito.
Il lievito fresco che avanza può essere tranquillamente surgelato, resiste anche un paio di mesi: è sufficiente tirarlo fuori dal frigo un'oretta prima dell'utilizzo o cacciarlo in 2 cucchiai di acqua tiepida e scioglierlo piano piano.

250 gr di farina integrale
100 gr di manitoba
7 gr di lievito di birra fresco
300 ml di acqua tiepida
1/2 cucchiaino di sale fino
3 cucchiai di semi di sesamo

Sciogliete il lievito di birra in 4 cucchiai d'acqua (togliendoli da totale) e lasciate riposare fino a quando non farà una bella schiuma. Lavorate in una ciotola ampia o in un'impastatrice le farina, il lievito e l'acqua intiepidita, infine unite il sale. L'impasto sarà molto morbido e quindi non sarà necessario lavorarlo sulla spianatoia. Mettetelo in una teglia da pancarrè o plumcake e fate lievitare coperto e in luogo caldo fino a quando non sarà a un cm dal bordo. Cospargete di semi di sesamo e cuocete in forno caldo a 200° per 30 minuti.

18 commenti:

La Ballera ha detto...

Ciao Petula,
prima di tutto complimenti per il tuo blog.
Una domanda. Se si volesse utilizzare la farina normale, ci sono degli accorgimenti da prendere?
La manitoba, che fa?
Grazie mille!

petula ha detto...

grazie a te!!!
puoi farlo con la farina 0 (non con la 00 che è una farina pessima per il pane...secondo me sempre a dir il vero). la manitoba è una farina di forza che aiuta la lievitazione quando si vuole usare poco lievito o si usano farine pesanti come le integrali.
ti verrà un pane meno profumato ;-)

La Ballera ha detto...

Quindi se escludo la manitoba dovrei aggiungere un pò più di lievito tipo invece di 7 gr ne metto una decina? Per il profumo immagino...

Piperita ha detto...

Mi sento, come dire, chiamata in causa da alcune tue affermazioni tendenziose... Io, terrorizzata dalla pasta madre??? Io che uso un panetto di lievito per 500 g di farina??? Mai pensato, mai fatto!!!
;-DDD

petula ha detto...

no, tu usi già una farina più leggera e quindi rimani sui 7 gr e fallo lievitare al calduccio. puoi usare anche tutta farina 0.

petula ha detto...

hihihihi pip!!! lo sapevo che ti saresti sentita chiamata in causa...ma tu mi ha a dir il vero ispirata ;-)))
e poi se sei terrorizzata dalla pasta madre potrei sempre regalartene un pochino...la mia è inoffensiva e male che vada la dai al gatto (la mia la lecca come una forsennata se non la sorveglio...)

apprendistacuoca ha detto...

mi sembra una ricetta ottima! la proverò...sperando che il mio forno non faccia le bizze come al solito!

miss piperita ha detto...

Il lievito madre è il crescente?

P.S. Mi piace il tuo sito. Anche se non sono "macrobiotica", mi piace provare un po' tutto e le ricette macrobiotiche mi sembrano invitanti.
Ho comprato anche un libro per preparare qualcosa, come tempeh, seitan, legumi...
Chissà se un giorno... :-)

cannella ha detto...

Petula, che fai, infierisci? Il secondo tentativo di pasta madre l'ho appena buttato, per consolarmi mi farò questo pane "liscio"! Baciotti

venere ha detto...

Dalla foto viene voglia di morderlo... Lo devo provare, ma oramai sono una vittima della pasta madre (per colpa-merito tuo), non solo perchè si moltiplica esponenzialmente, ma anche perchè il sapore e la digeribilità che dona ai suoi figli sono prodigiosi, quindi niente lievito!

petula ha detto...

miss piperita, il lievito madre viene chiamato che pasta madre. il crescente credo sia la biga, ma non ne sono sicura. controlla il post apposito ;-) per il resto...fai bene!

venere lo so è come una droga!!!

perec ha detto...

come petula... anche petulina è come una droga... mi manchi un tot!

petula ha detto...

perec muovi il ....e vieni a milano!!!!!

germy ha detto...

Ciao Petula,

anche tu di Milano, vero? Senti Petula, nemmeno un pochino di olio in questo pane?
Complimenti per il blog. Pensa che me l'ha consigliato una dimostratrice del bimby.
Ciao
germana

Petula ha detto...

ciao! l'olio nel pane non è proprio necessario ;) ... grazie! una dimostratrice bimby??? maddai!

Elena ha detto...

Ciao Petula! Che bello il tuo blog!
Ho provato a fare il pane ma ho fatto fiasco! Il mio unico forno è un Whirlpool microonde combinato che funziona anche da forno tradizionale.
L'impasto era molto "cremoso" (ho usato il lievito fresco liquido ma togliendo acqua alla quantità prevista) Ho infornato a 200° ma dopo mezz'ora dentro il pane è ancora crudino... cosa avrò sbagliato?? Sob sob :_(

Un abbraccio,
Elena

Petula ha detto...

elena... grazie grazie grazie ! ;))) questo è un pane che va fatto con il lievito di birra perché ha quantità di acqua particolari che sono difficilmente calcolabili con i lieviti naturali. E' per questo uno dei quei pani che definisco veloci. Non credo che sia questione di forno anche se, non avendo il forno a microonde o combinato non ho una cultura approfondita in materia ;)

Elena ha detto...

Aaaaah, ho capito! Grazie, Petula bella e alla prossima!