mercoledì, marzo 22, 2006

Calamari ripieni di verdure



Mi piace il pesce ma ho una predilezione per tutto quello che non ha pinne (calamari, seppie, mitili in generale). Ricchi di acidi grassi di ottima qualità, proteine e di vitamina B12 fanno un gran bene soprattutto a chi come me non mangia carne, latticini e uova. Inoltre mi salvano anche la vita sociale...se non mangiassi il pesce il mio post sui ristoranti sarebbe stato molto più breve...;-))
Questa ricetta (modificata ovviamente ;-))) viene da un corso di cucina di pesce seguito nei mesi scorsi dove mi sono divertita a sgozzare e sventrare bestiole di tutti i generi...ho dovuto persino assistere all'esecuzione di un astice vivo (e lì devo dire che un piccolo conatino/singhiozzo l'ho avuto....).

4 calamari medi
2 carote
1 porro
5 foglie di radicchio trevigiano precoce
1/2 bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
1 cucchiaio di salsa di soia

Pulite i calamari e tritate non troppo fini i tentacoli e le alette.
Tagliate a julienne tutte le verdure e fatele stufare in una padella in cui avrete messo 1 cucchiaio di olio, 2 cucchiai di acqua e la salsa di soia. Una volta morbide, togliete dal fuoco e aggiungete i tentacoli e le alette tritate. Salate, riempite con questo composto i calamari e metteli nella medesima padella delle verdure. Cuoceteli a fiamma alta per i due o tre minuti rigirandoli, poi sfumate con il vino bianco e lasciate cuocere coperto fino a quando i calamari non saranno morbidi.

7 commenti:

Francesca ha detto...

a me avrebbe fatto molta impressione sgozzare e sventrare...brrr
ottimi questi calamari come sempre semplici e gustosi:)

Tulip ha detto...

petula..che bella ricettina

Kuka ha detto...

È bellissimo questo blog! E le ricette sono veramente invitanti .-D
Brava!

RoVino ha detto...

BBBuoni!! Anche io adoro i calamari, questi che hai preparato li abbinerei ad un buon Sauvignon dell'Alto Adige.
Rob

Anonimo ha detto...

Che bello questo blog!!!!!!!!
Le ricette, il tofu, il seitan, l'aria che si respira, la filosofia di vita....
tutto senza essere "petulante"!!!!
Complimenti!
Marcy

Ubikindred ha detto...

Ma anche terribilmente ricchi di colesterolo, a quanto mi risulta (anche se, vista la morigeratezza alimentare, questo non dovrebbe certo essere un fattore di rischio, per te) ;-)

petula ha detto...

hanno comunque una minor quantità di colesterolo cosiddetto cattivo e acidi grassi necessari a far funzionare meglio i nostri muscoli e nervi.
;-))) non sono una morigerata, ma come ho precisato non mangio carne e formaggi quindi il colesterolo il mio corpo lo vede pochissimo..pure quello buono e così integro con grande gioia!!!