giovedì, marzo 23, 2006

Alla corte di Nicola Batavia e Augusto Tombolato

...ovvero quando uno chef con tanto di stella invita una macrobiotica a una cena di gala "piemontese" a base di carni e formaggi e la trasforma in un regalo gastronomico tutto per lei.
Premessa:
La Gribaudo edizioni in collaborazione con il Giornale e il Westin Palace di Mialno sta organizzando da un mesetto una serie di cene a tema con cuochi di fama internazionale e Augusto Tombolato (lo chef del Westin Palace).
Un invito di Nicola è giunto sulla mia scrivania virtuale qualche giorno fa e sono volata con
Sandrina a godermi una cena piemontese...per il menu normale, e presumo notevole dalle facce contente a fine cena, rivolgetevi al tocco di zenzero ;-)))

Sono stata coccolatissima sia da Nicola sia da Carmelo, il maitre del Birichin tanto che a fine serata avevo il cuore con le alette.
Mi sono goduta un aperitivo a base di prodotti tipici: peperoni ripieni, flan di aspargi e crema di avocado con un Erbaluce di Caluso Pas Dosè Millesimato 2002 di Cellagrande.
Al tavolo insieme alla compagnia di Sandra e di Carlo Vischi (Gribaudo ed) mi sono divertita un mondo ad ascoltare
Guido Damilano, produttore di Barolo e il signor Marchese della Gallo (quella del riso) con il quale la discussione è passata dal riso (ho qualcosa come dieci generazioni di coltivatori e mediatori risicoli nel dna..) alle donne in cucina ;-))
Nel frattempo mi sono passati fra le deliziate fauci:

Passatina di merluzzo e patate
Tempura di asparagi e radicchio
Risotto con calamaretti spillo (il riso era un Carnaroli Gran Riserva da sogno)
Gambero e scampo con cuore di carciofo riieno e verdure cotti nel Lapsang
Dolci vari tra cui una torta di nocciole de La corte di Canobbio che ricorderò a lungo

I vini hanno provocato un risveglio difficile (ho smesso di contare i bicchieri dopo il terzo cambio di vino...) ma meritano una menzione particolare:
Barbera d'Asti Monsicuro 2001 di Villa Terlina
Barolo Connubi 2001 Damilano
Moscato d'Asti Vigna Vecchia 2004 di Cà d'Gal
Barolo Chinato Damilano


E per gradire qualche scatto...Sandra e Carlo

Lo staff del Birichin con il grande Carmelo



Nicola Batavia e Augusto Tombolato

5 commenti:

Gourmet ha detto...

Sei un fulmine!!!
:-)
Eh eh eh...
Ho ancora del barolo che gira in vena...burp!!
Baci

Juliette Godart ha detto...

E che mi dici di quei chupa-chups innnevati?

Petulina, se non fosse che sono una Signora mi lascerei anadare a dei gridolini entusiastici!!!

perec ha detto...

passo al volo, solo per ringraziarti della fitta corrispondenza, lasciarti un bacio e ringraziarti di nuovo per l'invito al meme. finalmente ho avuto il tempo di rispondere. baci.

petula ha detto...

il baroloc redo di averlo smaltito ieri sera ;-DDD e i chupa chups sono un'invenzione di nicola....immersi in meringa un'ode allo zucchero ;-DDD che però ha avuto successo.

perec ma sei matta, io son solo felice!!!! un abbaccio grandissimo

Anonimo ha detto...

mangiare al Birichin fa sempre uno splendido effetto...esco di li con il palato e gli occhi soddisfatti