venerdì, agosto 04, 2006

Il tofu simil-feta



Il tofu è un vero jolly... ci si può fare di tutto dalle salsine fino ai dolci.
Gironzolando per la rete ho trovato due o tre ricette per fare il tofu-formaggio, come lo definiscono gli americani, o meglio una cosa che è una via di mezzo tra un primo sale e la feta per consistenza e sapore leggermente acidulo.
"Eureka" ho pensato: finalmente sostituirò quella specie di tofu-cheddar che uso nei panini e trovo al supermercato bio a una cifra spropositata e vergognosa. E il risultato ha quasi superato le mie aspettative....
Premetto che non è possibile farlo a partire da tofu fatto in casa o dal soft tofu perché sono troppo morbidi e acquosi. Il costo sarà però solo quello del tofu di partenza.
Il gusto a me piace da matti ma se vi aspettate un formaggio vero... desistete subito, è comunque tofu ;-))
Si può usare a tocchetti nelle insalate o metterlo sott'olio come ho fatto io. In questo modo si conserva in frigo per settimane e si insaporisce ulteriormente.

300 gr di tofu
2 cucchiaini di agar agar in polvere
2 cucchiai di olio di mais (o comunque insapore)
1 cucchiaino di malto di riso o mais (o zucchero di canna)
1/2 cucchiaino di sale fino
5 scarsi cucchiai di succo di limone

Frullate il tofu con l'agar, l'olio, il malto e il sale fino a ottenere un composto molto morbido e liscio. Mettetelo in una pentola con il fondo spesso e cuocere a fuoco bassissimo fino a quando farà le bolle. Cuocetelo ancora per 2 minuti poi toglietelo dal fuoco e fate raffreddare per una decina di minuti. Solo ora unite il succo di limone, mescolate e mettete in un contenitore basso.
Fate raffreddare e ponete in frigo. Una volta solidificato, tagliatelo a cubetti e fateci ciò che più vi aggrada. Io l'ho messo in un vaso con olio extra vergine, timo, salvia e basilico. Può essere conservato anche in una salamoia fatta con acqua e sale (1 tazza d'acqua fatta bollire con un cucchiaio di sale e poi fatta raffreddare).

21 commenti:

Piperita ha detto...

Ma secondo te in quanti siamo ancora qui a patire a Milano???
Che pubblichiamo siam rimaste in tre...
;-))

petula ha detto...

e pure per poco....;-)))
sarà agosto è l'unico mese in cui, nonostante il caldo, tollero milano. ufficio vivibile, poca gente, poco traffico, meno rumore...

Marcy ha detto...

Ma tu sei un mito!
Questa è un'ideona!
A me il tofu piace dsa matti!!!
Grazie!!!! E buone vacanze!!

mattop ha detto...

Concordo, Milano è forse vivibile solo ad agosto, una magra consolazione per me che non vado in vacanza...
Questa preparazione è l'ideale! Non sapevo più che varianti fare con il tofu da mangiare freddo! Provo magari ad aggiungere dell'erba cipollina fresca nel composto, se ho successo posto la variante.
I tuoi tofumini però rimangono imbattibili!
Ciao, ne sai sempre di nuove!

cannella ha detto...

Prepara il divano-letto o il sacco a pelo o quel che c'è che...ci provo appena le strozzine riaprono!

Anonimo ha detto...

Complimenti per le ricette, sempre sfiziosissime!! Una cosa che volevo chiedere da tempo: l'unica volta che ho usato l'agar-agar, ne ho sciolti 2 cucchiaini in un po' d'acqua e l'ho fatto bollire qualche minuto ma... l'odore era nauseabondo! E' normale?? Era il tipo in polvere... Mi ha così nauseato che non sono riuscito nemmeno ad assaggiare il risultato...

Ciao!
Nico

mattop ha detto...

Ho finalmente preparato la versione con l'erba cipollina, è buonissima! Grazie ancora Petula!

>>> Tofu alle erbe

Phi ha detto...

ho la pentola sul fuoco proprio ora mentre scrivo ma... il mio tofu non fa le bolle, si limita ad attaccarsi sul fondo!!!! eppure la pentola è spessa e il fuoco bassissimo!!!
help!!!

petula ha detto...

nico...l'agar non va usato da solo. è un addensante e sarebbe come se tu provassi a bere la colla di pesce sciolta in acqua.
e' insapore e incolore, perfetto per fare gli aspic o addensare le marmellate. qualcuno lo usa come rimedio per la stipsi (l'agar come alga è leggermente lassativa) ma unito ad esempio al succo di mela caldo.

phi...mi spiace leggo solo adesso. spero tu abbia risolto...

mattop...bravo ;-)

canny...hai già la stanzetta pronta ;-)))

marcy..buone vacanze anche a te. grazie!!!

Anonimo ha detto...

Grazie della risposta Petula! No, non volevo usarlo da solo :) L'ho usato per addensare una torta fredda allo yogurt "stile cameo" fatta con lo yogurt di soia. L'effetto solidificante c'è stato! Il mio problema era sull'odore emanato in fase di ebollizione dell'agar... un odore tremendo! Volevo sincerarmi almeno che fosse normale, e che non fosse il mio agar rovinato, o di pessima qualità. Che ne pensi? E' normale che puzzi tantissimo?

Grazie ancora per la pazienza, ciao!!

Nico

petula ha detto...

non avevo capito...sorry ;-))
a dire il vero l'agar non ha un odore particolare ma dipende, credo, dal tipo. io uso solo la polvere, ho usato un paio di volte le scaglie e mai le barrette. al massimo può avere un vaghissimo odore di mare, è sempre un'alga, ma non certo nauseabondo o tremendo e solo se lo usi puro.
strano!

mattop ha detto...

Grazie Petula!
Forse l'odore dell'agar agar che intende l'anonimo si sente quando lo stemperi in acqua calda, alla fine quando è in gelatina non ha nessun odore...

Balente ha detto...

Buonissimi!
Li ho usati nell'insalata e nei panini i giorni scorsi e sono davvero ottimi.

Gli ultimi tre sopravvissuti li ho sbriciolati sul pesto (veg) alla genovese messo sulla pasta ieri sera...una bontà...

Iole ha detto...

Ispirandomi alla tua ricetta, ho messo nel bicchiere del frullatore tofu, sgocciolato per bene, olive al peperoncino rosso, erba cipollina, poco olio di oliva, poco sale, ho frullato grossolanamente, mangiato subito! Buonissimo! Ho fatto qualche errore? Cerco di mangiare nella maniera più salutare possibile, al ristorante macrobiotico, vado con piacere ma non risco a fare a casa la stessa alimentazione, quindi meglio poco che niente...
Baci dalla Sicilia

Petula ha detto...

Assolutamente no ... hai fatto solo un'altra cosa rispetto alla ricetta ;DDDD
quel che già fai è una bella cosa...pian piano ti accorgerai che far macrobiotica in casa è molto più semplice di quel che no si pensi ;)

Iole ha detto...

Non avevo tutti gli ingredienti e qui è molto difficile reperirli, potrei provare in rete...Grazie comunque per le tante idee.

Giulia dans le noir ha detto...

Sì, lo so, tu l'hai pubblicato nell'agosto del 2006 e io te lo commento nell'agosto del 2009... 3 anni dopo...
Ma solo ora ho scoperto questa ricetta meravigliosa: l'ho provata l'altro giorno, per curiosità, avendo in casa tutti gli ingredienti... unica iniziativa mia, ho aromatizzato il tofu con qualche foglia di menta, tritandola all'inizio con tofu, agar agar, olio, zucchero e sale.
L'ho mangiato come in un'insalata greca, con pomodori, olive e cipolle, trovandolo gradevolissimo! Una gioia per il palato... Ma il tofu mi ha dato tanta soddisfazione.
Devo ringraziarti sinceramente per questa stupenda ricetta!

Un abbraccio


Giulia

Petula ha detto...

e meno male che c'è chi legge anche le ricette del 2006 ;DDD

grazie a te di avermi parlato del tuo esperimento (molto molto interessante....)

crisferra ha detto...

Ciao Petula,
ieri, colta da sacro furore e avendo finalmente tutti gli elementi necessari in casa, ho prodotto questo simil-feta...
Ho fatto un errore tecnico aggiungendo un po' d'acqua per riuscire a frullare meglio il composto con il minipimmer (impazzito per la fatica...) e poi l'ho "pagata" quando ho dovuto tagliare il risultato a cubetti e mi sono accorta che era un po' molle... Comunque sta nel barattolo con l'olio profumato con timo, rosmarino e origano e oggi l'ho assaggiato (un po' presto, forse, ma sai, la curiosità...) ed è proprio sfizioso!!!
Grazie :-)
Cris

una strega ai fornelli ha detto...

è stato il piatto dell'estate, nei panini "da viaggio" con pomodoro! il mio compagno non fa altro che chiedermeli di continuo così oggi ritorno sulla tua pagina per ringraziarti di questa ricetta e tante altre! Ciao

Petula ha detto...

È bello saperlo! grazie ;)