mercoledì, marzo 21, 2007

Cavolini e porri saltati nel wok



Ennesimo esperimento con i cavolini ... sto rischiando che i vicini facciano una petizione contro di me ;-))))) mi salva solo la loro tendenza a cucinare il ragu alle 8 della domenica mattina ;-DDDD

Può essere un contorno o il sugo per la pasta o per dei noodles: un'idea più che una ricetta. Una botta di vitamine e fibre soprattutto se si riescono a tenere le verdure al dente e leggermente croccanti. Tutto sta a sorvegliarle e a non andarsene a guardare un film (Magnifica Ossessione con R. Hudson: ho la passione per i film anni '50 americani) come ho fatto io ieri sera con i broccoli ... con il risultato che son stati trasformati velocemente in una zuppa ;-)

15 cavolini
3 porri
1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
1/2 cucchiaino di aceto balsamico tradizionale
sale
5 bacche di pepe rosa

Affettate sottili i porri e buttateli nel wok in cui avrete già scaldato l'olio. Fateli saltare e colorire poi unite i cavolini affettati sottili e cuocete per qualche minuti sempre mescolando. Prima di servire (o di versare la pasta o i noodles nel wok) unite l'aceto balsamico, un pizzico di sale e le bacche di pepe rosa triturate con le mani.

6 commenti:

Niah ha detto...

Ciao petula, io ho risolto così i rapporti di vicinato e con il coniuge che ama mangiarli ma odia l'odore, quando cucino cavolini cavoletti&c. faccio anche il pane, biscotti o altre cosine profumate...per la buona pace di tutti ;-)))

Visto la tua esperienza in risi e riserie mi sapresti dire che qualità di riso si usa per ottenere il latte di riso, visto che ne uso un litro al giorno vorrei farlo in casa nella mia macchina per fare il latte di soia, ho provato con del semplice riso bianco ma il sapore non si avvicina nemmeno per sogno a quello comprato...Grazie per la risposta

ciao
Niah

Petula ha detto...

niah...pure io (di solito...) ma non sempre!!!! il mio problema è stare ai piani bassi ;DDD

non ci vuole un riso speciale (meglio però il riso integrale...) ma per dargli il sapore di quello comprato ci vuole un fermento particolare che in commercio non ho mai trovato. molti fanno il latte di riso solo bollendo il riso con acqua e può anche essere sufficiente ma il sapore non è lo stesso. forse, ma dico forse, potrebbe andar bene il fermento che si usa per fare la crema di riso giapponese (lo trovi dal naturasì) ma non so le quantità....

kiki ha detto...

...sarà un impressione ma da queste foto ne arriva il profumo...

Niah ha detto...

Grazie petula sei un genio! Che idea che mi hai dato...intendi il koji il fermento che serve per fare l'amasake(che buona!)vero?
Proverò a cercarlo perchè ho già fatto la prova con riso integrale ma il latte rimane sempre amaro invece quello comprato è dolce che l'amasake appunto.
Ciao

Niah

Petula ha detto...

quello...caspita non me ne veniva il nome.
prova e dammi notizie: son curiosissima!!!

kiki..profumo??? ti devo far parlare con la mia vicina ;-DDDD

Menta ha detto...

per niah: anch'io sono alle prese con vari latti vegetali (tramite macchina per il latte di soia).
l'esperimento latte di riso è venuto acquetta sporca, e quello di mandorle è finito ad innaffiare le piante :-(
Se trovi qualche soluzione, facci sapere, please.

grazie e buon weekend a tutti.
M.