giovedì, ottobre 27, 2005

Macco di fave e bottarga



La bottarga è una di quelle cose che mi fa impazzire...la compro e la lascio nel frigo almeno un paio di giorni perchè so che se la apro son capace di mangiarne un etto al naturale mentre la taglio.
Cibo molto yang (proteine animali seccate...il massimo) andrebbe mangiata in piccole quantità e una volta ogni tanto...se me lo dico spesso magari mi convinco ;-)).
Il suo sapore intenso ben si abbina alla dolcezza del macco di fave, tradizionale puré di fave siciliano.
Se però preferite un piatto curativo in previsione dei freddi autunnali e cioè che apporti calore al corpo in modo da affrontare meglio i malanni da freddo, servite il macco con una verdura amara bollita(catalogna o cicoria) oppure con anelli di cipolla leggermente soffritti.

300 gr di fave secche
acqua q.b.
100 gr di bottarga
1 cucchiaio di prezzemolo
1 spicchio di aglio
1 pezzetto di alga kombu
sale
olio extravergine

Mettete a bagno le fave secche in acqua fredda e kombu per una notte. Gettate l'acqua di ammollo e mettete da parte la kombu, aggiungete lo spicchio d'aglio, coprite di acqua le fave e fate cuocere fino a quando non saranno morbidissime. A questo punto con il cucchiaio di legno mescolate con forza tanto da ridurle in un purè morbido, ma non troppo liscio (male che vada utilizzate un mixer). Salate e servite con bottarga tagliate sottilissima, prezzemolo tritato e un filo d'olio.
Se la bottarga fosse dura o troppo saporita, lasciate a bagno in olio le fettine per un'ora.

7 commenti:

fiordizucca ha detto...

bella questa ricetta, molto bella anche la foto :)

petula ha detto...

grazie!!! come sei carina!! ;-)
fave e bottarga credo che li porterei con pomodori secchi e olive su un'isola dopo un naufragio...

Anonimo ha detto...

Si davvero interessante la ricetta! Eventualmente non trovassi l'alga con che cosa la posso sostituire?
Cia Anna Maria

petula ha detto...

no ti reoccupare puoi non metterla o sostituirla con una punta di bicarbonato (che però dà un saporaccio)...la kombu serve ad accellerare l'ammollo dei legumi e a fornire ancora più sali minerali. non è obbligatoria come in altre ricette ;-))

Corrado ha detto...

Ottimo!Hai provato a farlo con l' hummus ?

BottargaClub ha detto...

Dear Petula:

My name is Chris Katopodis.

We have for generations, a tradition in our family of making Karasumi/Avgotaracho/Poutarque/Bottarga DiMugine/Mullet Bottarga.

Please, for more information visit our new online store at www.bottargaclub.com

As I was reading your recipe (http://lacuocapetulante.blogspot.com/2005/10/macco-di-fave-e-bottarga.html) and, I become so happy to find out about you and your background plus the recipe above for a very fine and exclusive dish.

Petula, I would appreciate if you can share with your readers about Lefkas Mullet Bottarga from the Katopodis Family.


You can reach me on my cell 407-738-2227 and or e-mail me at ck@target4you.us for additional information and for ordering just visit our online store (http://www.bottargaclub.com/ProductD.asp?PID=6938&product=Lefkas%20Mullet%20Bottarga).

Best Regards,

Chris Katopodis

dolly jenny ha detto...

Great blog! The information you provide is quiet helpful. Our Website Arax Group is designed to provide insight about Bottarga Gray Mullet Roe,Mugil Cephalus,Sardinian Italian Bottarga,Egyptian Dry Bottarga.