martedì, luglio 05, 2005

Pesto di ortica



L'ortica è stata ed è (spero) l'incubo di chiunque abbia mai camminato o giocato in un prato o in un campetto estivo mal curato. Pianto infestante che cresce ovunque, ha proprietà depurative, diuretiche e astringenti. Viene usata per decotti, tinture, infusi e per interesanti zuppe, risotti e salse.
E' preferibile raccogliere le foglie più giovani e tenere in primavere/estate utilizzando i guanti. Vanno poi lavate e sbollentate per 5 minuti in modo da togliere loro il principio urticante e da renderle tenere. Si possono utilizzare come gli spinaci o le biete e si possono surgelare.

2 etti di foglie di ortica cotte
1 spicchio di aglio
10 nocciole tostate
1 cucchiaio di mollica di pane tostata
olio extra vergine qb
sale

Tritare in un frullatore o, se lo avete, pestare in un martaio tutti gli ingredienti agggiungendo a filo l'olio fino a ottenere una salsa abbastanza densa.
Io l'ho usato come ripeno per delle verdure da gratinare, ma ci si può condire la pasta aggiungendo un paio di cucchiai dell'acqua di cottura.

1 commento:

Gessy ha detto...

Ho provato a farlo ed e' veramente buonissimo!