venerdì, luglio 22, 2005

Limoni alla marocchina



Se Cenzina è in fissa con gli stuzzichini io lo sono con le conserve...a giugno la vicina di casa mi ha regalato i bellissimi limoni della sua pianta. Non volendo farci il limoncello o la marmellata, ho provato a metterli sotto sale incuriosita da un libro di conserve che avevo appena letto.
Non sono da mangiare al naturale. Al momento li uso per il pesce (nella pancina come ripieno) o li metto in cottura con il basmati così evito di anche di metterci il sale. Sto meditando di metterli in infusione in acqua e bere dopo un paio d'ore per tirare su la pressione che con il caldo sta raggiungendo i minimi storici.
Nei prossimi metterò qualche chiodo di garofano...

Per un barattolo da 500 gr.

6 limoni medi e biologici
Sale fino integrale
Succo di 2 limoni

Lavare per bene i limoni, tagliarli a spicchi e metterli a strati nei vasi da conserva intervallandoli con sale fino (un cucchiaio a strato). Versare sul tutto il succo di limoni. Porre una garza sull'apertura dei barattoli e lasciarli all'ombra e all'aria per almeno tre giorni fino a quando non vedrete che il liquido non avrà coperto i limoni (effetto sale/limoni). A questo punto togliete la garza, chiudete con il coperchio e mettete al buio per un mese.

9 commenti:

Sigrid ha detto...

ricetta marocchina doc assicurata? (è che dei citrons confits ho letto varie versioni in giro, così alla fine mi sono un po' confusa!)... missà che uno di questi giorni ci provo, che questi limoni mi servirebbero per la tagine! :-)
Cmq, non farti ingannare dagli stuzzichini: ho già messo il libro delle conserve & marmellate nella valigia... (beh, con tutta la roba che ci cresce nel giardino calabrese...:-))

petula ha detto...

sul doc non garantisco ero anche io parecchio confusa...così però diceva il libro della luxury (è quello che hai messo in valigia??)e ne ho trovati un'altro paio che li definivano nello stesso modo. che invidia per il giardino calabrese, io a milano mi arrangio con gli orti degli amici, i mercati e il mini-balcone!

francesca ha detto...

trovo le tue ricette tutte belle e stimolanti! Mi chiedevo se conosci qualche ricetta per fare i ravoli di zucca vegani. baci. f.

francesca ha detto...

mi domandavo se sei in procinto di fare altri sott'olio e quali, visto che vorrei farne un po' anch'io cosi' aspetto e seguo le tue ricette. a volte su internet si trovano ricette inappropriate o non verificate. pensavo di provare le carote sott'olio o marinate e poi le zucchine, melanzane e peperoni, magari ripieni....e chi piu ne ha piu ne metta . grazie :)

petula ha detto...

ravioli vegani...è una cosa che metterò presto visto che ho appena fatto il seitan e lo voglio usare per il ripieno. devo solo recuperare la macchina per la pasta...
per i sottoli, sto meditando peperoni e zucchine visto che ne ho una certa quantità nel frigo.
grazie per i complimenti...leggerli di lunedì (con l'aria condizionata rotta) è una cosa che fa bene all'anima! ;-))

francesca ha detto...

buon lunedi! peperoni e zucchine..mmm! mi domandavo se per i sott'olio non fosse meglio comprare verdure organiche o biologiche (che poi penso sia la stessa cosa). Forse sembra banale come quesito ma mettere in barattolo i prodotti comprati da Tesco (abito in inghilterra) mi suona proprio strano. Meglio fruttivendolo? O l'importante che siano freschi?

petula ha detto...

meglio il fresco-biologico sempre, anche per i sottoli. vuoi mettere l'energia che ha un prodotto non sottoposto a irrorazioni chimiche una volta al giorno? di norma poi sono anche più saporiti...sigh più costosi almeno qui in italia.

francesca ha detto...

piu' costosi anche qui in inghilterra. sighissimo. comprero' comunque limoni organici per provare la ricetta dei limoni marocchini :) a presto

Roberto ha detto...

ricetta doc signore....doc.
alto e medio atlante.