lunedì, gennaio 09, 2006

Okara strapazzata alle verdure



Giorni di pigrizia gioiosa...quando ti accorgi che in 72 ore non ti sei alzata dal divano se non per riempire la teiera, finire il più bel libro letto da sei mesi in qua (Ian McEwan - Sabato - Einaudi) e per andare a cena con un amico speciale che tra poco tornerà in Australia (e sigh non vedrai per almeno un anno).

Ho dovuto alzarmi per cucinare (poco)...per chi nel fine settimana si fosse cimentato nel far il tofu in casa e non avesse pensato bene di buttare via (!!!) la purea di fagioli di soia, ecco una ricetta veloce da fare con l'okara.

Va tenuto presente che sebben in purea si tratta di fagiol di soia pressoché crudi e che quindi vanno cotti per almeno una ventina di minuti altrimenti risulteranno duri e indigesti. L'okara ha tutti i vantaggi della soia e questa ricetta (come il tofu) si presta benissimo alle diete del dopo-natale vista la scarsa presenza di grassi.

2 carote
1 porro
1 manciata di spinaci o erbette (anche congelate o avanzate)
200 gr di okara
3 cucchiai di olio di sesamo
acqua qb
sale
pepe
zafferano (opzionale)

Tagliate le carote a julienne e il porro a fettine sottili. In un wok fate scaldare un cucchiaio di olio e poi fate saltare le carote, il porro e gli spinaci per 5 minuti in modo che le verdure rimangano croccanti. Togliete dalla pentola e mettete da parte. Nello stesso wok aggiungete due cucchiai di olio e quando sarà caldo l'okara. Fatela cuocere per 15 minuti aggiungendo un pochino di acqua se risultasse troppo asciutta. In due cucchiai di acqua calda fate rinvenire gli stimmi di zafferano. Aggiungete all'okara lo zafferano, le verdure e fate saltare per qualche minuto. Salate e pepate. Servite ben caldo con del riso basmati integrale bollito...ottimo piatto anche per un lunch o una colazione tardiva visto l'impressionante aspetto da uova strapazzate (il sapore no ;-)).

9 commenti:

Gourmet ha detto...

Ciao bella macro!!
Come stai??
Il mio inizio anno va bene per il riposo..E "malino" per tutto il resto...;-(
...Posso partire con il tuo amico x l'australia???

Ti abbraccio forte!!
P.s. Mi piace qs Okara!!
Un bacio
zenzero triste...

Francesca ha detto...

il sapore è di...?
l'aspetto è molto invitante devo dire, guardando la tua foto, solo che come spesso per altre tue ricette il bello è rimediare l'ingrediente principale;)
Però mi incuriosice molto l'idea di provare... chissà quando cimncerò queste prove!:)

petula ha detto...

sandra io sto mettendo da parte i soldi...magari vado a trovarlo i prossimo autnno quando lì è tarda primavera!

francesca il sapore è di soia, difficile da descrivere, lievente dolce e fagioloso direi.
la soia secca e il nigari li trovi nei naturasì, altrimenti scrivimi.

Elisa ha detto...

Uhm...che bell'aspetto!

Son tornata!

Baciottoni

waki ha detto...

spero che non sia offensivo, ma di primo acchito mi hai fatto venire una gran voglia di... leggere quel libro!

petula ha detto...

elisa finalmente...!!!! appena esco dal semigorgolavorativocontrasferte orgnizziamo un giap!
waki leggilo! bello il blog!

Gourmet ha detto...

Superpetulante!!
Sempre un bell'effetto le tue chiacchere!!;-)

Ieri pappa molto macro...Vedere post!!
Ci sentiamo domani...
Baci
S

danielad ha detto...

io ho comprato il nigari in farmacia e l'ho pagato 2,50 euro pe r 50 grammi se non sbaglio.

Anonimo ha detto...

fatte...
deliziose...
m'hanno fatto pensare che devo produrre una sorta di carbonara vegan!