giovedì, maggio 08, 2008

Birmania: far qualcosa


@Lu di Vicino e Lontano

La Birmania dopo la violenza dei militari è prigioniera della violenza della natura.
Per la prima si è potuto far poco se non continuare a ricordare e a informarsi, per la seconda si può far qualcosa sul serio.
Vero che gli aiuti arrivano con il contagocce causa gli scarsi permessi forniti dal governo, ma usare questa come scusa è assurdo ed è solo quel che appare: una scusa per non far nulla.

Si può donare online all'Unicef o a Direct Relief Internationale attraverso Google.

Magari può suonare demogogico, ma visto che dell'infischiarmene ho fatto religione ;-) ...

Grazie Gianni :-)

5 commenti:

Fedra ha detto...

ciao. anche la Cisl ha lanciato una sottoscrizione per la Birmania. chi è interessato trova le info sul mio pseudo-blog. Dobbiamo fare qualcosa! é terribile quello che è successo. Quella povere gente, schiacciata da una dittatura terribile adesso è anche devastata dalla natura..
E' un incubo
Fedra

Scribacchini ha detto...

Stessa tua religione. Sarò al fianco di chi fa qualcosa, al di là di ogni credo. Kat

vittorio ha detto...

Con te in questo appello, perchè in Birmania è avvenuta una tragedia su una tragedia già esistente: sono sconcertato dal rifiuto della giunta militare, che si sta inasprendo in queste ore, di aprire agli aiuti internazionali, questa è pura follia.
L'umanità ha necessità estrema di buonsenso se no è la fine della nostra razza.
Ho portato l'appello su Twitter, bisogna fare qualcosa per La Birmania.

Luisa ha detto...

L'Unicef ha lanciato una campagna anche tramite la donazione di 1 euro con sms.
Io francamente sono perplessa. Ho un'amica Birmana, che ha una figlia studentessa che abita ancora a Yangon. E' riuscita a sentirla solo dopo molti giorni dal ciclone perchè ogni comunicazione era interrotta. Lei mi dice che gli aiuti non arrivano, che tutto ciò che mandiamo finisce nelle tasche capienti dei militari e che questi non distribuiscono nulla o quasi alla popolazione.
Aiutare davvero, come al solito, è difficile.

niki ha detto...

Lo sapete che di quello che date all'Unicef solo il 5% va in aiuti, il resto serve all'organizzazione? Qui sono famosi gli stipendi regali di funzionari ONU, UNICEF ecc.
Cercate altri canali, più piccoli e controllabili.