mercoledì, febbraio 22, 2006

Orecchiette fresche, Pianogrillo e cimette



Orecchiette fresche e fatte a mano dalla mamma di un'amica!!!!!
Uno dei regali più belli della scorsa settimana. Son diventate la nota di colore in una serie di giornate bigissime.
Di solito cerco di mangiare pasta integrale, ma trovarla veramente buona e che non sappia vagamente di truciolo è difficile; le orecchiette fatte a mano sono una botta di energia vitale notevole perché (sorridete pure ma io ci credo) contengono l'affetto di chi ha pensato anche a me nel farle ;-))) Questo non vuol dire che ci si debba strafogare di bignè, chiacchiere o pasta ai quatto formaggi sol perchè fatte con amore....a volte l'amore uccide!!! ;-D

E così le ho unite alle cime di rapa e a qualcuno dei miei pomodori secchi e all'olio di un caro amico, il quale a volte minaccia di mandar tutto a carte quarantotto sol perché stupide e assurde leggi europee non obbligano a metter l'origine ;-) ....niente foto della lattina (continuo a dirlo....se l'olio non fosse spettacolare varrebbe la pena solo per la confezione). Per chi fosse interessato può chiederlo al produttore oppure a Milano andare da Peck o in santuari simili.

300 gr di orecchiette fresche
250 gr di cime di rapa pulite
6 pomodori secchi
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva tonda iblea (Pianogrillo)
1 grosso spicchio di aglio
1 peperoncino secco
1 cucchiaio di pane grattuggiato
sale

Scottate le cime di rapa per pochi secondi in acqua bollente salata, scolarle (tenendo l'acqua), strizzatele e saltatele in una pentola larga in cui avrete messo a scaldare l'olio, l'aglio, il peperoncino e i pomodori secchi tagliati a pezzettini.
Cuocete le orecchiette nell'acqua in cui avete cotto le cime di rapa, scolatele molto al dente e ripassatele in padella per almeno 3/4 minuti dopo averle cosparse di pane grattuggiato.

12 commenti:

Tulip ha detto...

Buoneeeeeeeee!
le orecchiette con le cime di rapa sono uno dei miei piatti preferiti!!
con i pomodorini secchi... è una bella variante!!!
io ho già fame......ma come si fa???

Gourmet ha detto...

Bone bone!!
Mi sa che a Barca qs non le trovi, però!!Ih ih ih...:-)
P.s Lorenzo gongolerà...;-)
Baci

Francesca ha detto...

ormai mi sembra di capire che per te olio si dica Pianogrillo!:)
Dovrò proprio comprarne una bottiglia per conoscere il sapore di questo olio così famoso.
Comunque sei proprio una cuoca formidabile!

rosso fragola ha detto...

caspita...Le tue foto sono sempre incredibili...Ciao!

Juliette Godart ha detto...

Confesso di essere una maniaca sensoriale e le orecchiete sono il mio formato di pasta preferito per consistenza e spessore.

perec ha detto...

tanti baci, petulina! mi risparmio i bacilli, che mi perseguitano e mi pervadono... mi piazzo a letto piu' tardi, con un bel libro. alle 20.38 sui rai3 va in onda il primo spot della mia trasmissione. ad avere il tuo numero, ti chiamerei... besos! (ma niente bacilli)

petula ha detto...

anch'io stravedo per le orecchiette...seconde solo agli spaghetti e ai pici ;-)


pianogrillo va provato!

perc se tu avessi un indirizzo mail non imboscato ti avrei già scritto....il famoso scambio di titoli e pensieri ;-DDD

asia grazie!!!!!

sandra...per 4 giorni proverò a resistere...troverò qualcosa con cui consolarmi ;-D

fiordizucca ha detto...

direi che qui lo scambio é d'obbligo! ti pregooooooo un piatto di cime e recchitedde in cambio di quattro delle mie! :))
baciotti

Kjaretta ha detto...

Ma che buone le cime di rapa!! Non ho mai messo i pomodori secchi, in genere vado di acciughe...ma è una variante de provare.

petula ha detto...

fiore ti mando qualunque tipo di formaggio o salume (argh....;-DD)in cambio di orecchiette fatte a mano!!!!

kjiaretta...pure io ma non a tutti piacciono le acciughe, par strano ma è così!

Anonimo ha detto...

Anch'io spesso mangio questa pasta, ma l'aggiunta dei pomodori secchi e il pangrattato è una gustosa novità. Proverò sicuramente.
Ciao
Frank

Menta Nanà ha detto...

Yum! Non è che per caso la mia cuoca preferita sa come si fanno le orecchiette in casa?