lunedì, febbraio 13, 2006

Burger di lenticchie e sourcream



I burger vegani sono un debole che mi porto dietro dal mio primo soggiorno a Londra quando andai a pranzo all'Hard Rock Cafe e tra le risate delle mie amiche giapponesi mi divorai l'enorme " panino di Linda", creato dalla moglie di Paul McCartney nota vegetariana e autrice di libri sull'argomento. Esser vegetariani in Italia agli inizi degli anni '90 era tutt'altro che semplice e Londra mi aprì un mondo di prodotti e ricette infinito...vero che poi tornai a mangiar carne per poi abbandonarla definitivamente cinque anni fa.
Ci sono buoni prodotti surgelati, ma di solito sono ricchi in olio e in zuccheri (sì, mettono lo zucchero pure lì come conservante e insaporitore). Farli in casa è molto semplice e si possono variare i legumi.

Le lenticchie rosse sono l'ideale sia perchè si cuociono in pochissimo tempo e senza ammollo sia perché danno un colore allegro ai burger.
La vegan sourcream è una delle salse di accompagnamento perfetta in quanto ha una nota di acidità utile quando la cottura è con olio. Questa è la versione, variata, del Candle Cafè di New York.

Burger
2 tazze di lenticchie rosse
1 e 1/2 tazza di acqua
1/2 tazza di fiocchi d'avena
1/2 tazza di pane secco integrale
3/4 di tazza di germe di grano
2 scalogni
2 cucchiai di prezzemolo o coriandolo fresco e tritato
2 cucchiai di olio di sesamo
sale
pepe

Sourcream
1 confezione di tofu
2 cucchiaini di succo di lime
2 cucchiaini di succo di limone
1 cucchiaino di agar agar
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
1 cucchiaino di porro (parte verde) tagliato sottile
4 cucchiai di olio di oliva extravergine leggero
1/2 spicchio d'aglio
1 pizzico di sale

Cuocete le lenticchie nell'acqua non salata fino a quando non saranno disfatte e abbastanza asciutte. Fatele raffreddare. A parte frullate i fiocchi d'avena, il pane secco e il germe di grano (meno un paio di cucchiai che serviranno come impanatura). In una grossa ciotola mettete le lenticchie, la miscela di avena, pane e germe di grano, 1 cucchiaio di olio e il prezzemolo, mischiate con le mani fino a ottenere la consistenza di un polpettone. Assaggiate, aggiustate di sale e pepe e fate 4 burger che passerete nel germe di grano. In una padella scaldate il resto dell'olio e cuocete i burger (devono avere una bella crosticina ;-)).
A parte preparate la sourcream: in una ciotola sciogliete l'agar agar con il succo di limone e lime. Cuocete il tofu per 5 minuti in acqua bollente e dopo averlo fatto raffreddare mettetelo in un mixer con il succo dei limoni, l'agar, l'aglio, l'olio, il sale e frullate fino a ottenere una salsa liscia e vellutata. Unite il porro e il cipollotto e servitela insieme ai burger.

Macroconsiglio
In questi giorni l'inquinamento atmosferico (e non solo a Milano) ha raggiunto livelli molto alti e per questo è importante evitare cibi che possono appesantire ulteriormente gli organi di espulsione come polmoni, fegato, intestino e reni. E' il momento migliore per introdurre cibi che possono aiutare ad rafforzare questi organi. Il germe di grano può essere di grande aiuto.
E' infatti la parte più vitale del chicco del grano, ricca di vitamina E e di sali minerali. Il germe di grano ha un interessante potente antiossidante naturale. Favorisce il rinnovamento delle cellule della pelle, rinforza capelli e unghie, aumenta l' elasticità dei tessuti venosi e arteriosi e favorisce il regolare funzionamento dell'intestino. Si può assumere sotto forma di fiocchi, olio o capsule gelatinose.

12 commenti:

Gourmet ha detto...

Macro, per come mi sento "na schifezza" oggi, mi ci vorrebbe davvero il tuo "burger"...:-(
Che meraviglia!!

rosso fragola ha detto...

è molto invitante, la proverò senz'altro.
Hai ragione, non è semplice comprare per i vegetariani, anche se negli ultimi tempi il mercato è più ricco. Un saluto e...Ti farò sapere.

RoVino ha detto...

Brava Petula,
i tuoi consigli sul germe di grano sono ottimi e puntuali!
Roberto

pimms ha detto...

belli e sicuramente buonissimi! proverò quanto prima. ultimamente la carne mi disgusta e sto pensando di approfittare della felice circostanza per abbandonarla definitivamente...

petula ha detto...

il vegetariano si sta diffondendo, per me sarebbe meglio il vegano visto che non tocco i latticini da anni...una fortuna in parte ma quando se ne appropria la grande distribuzione bisogna stare attenti:
- usano spesso oli di pessima qualità
- usano zucchero e sale come conservanti in modo spropositato
- spesso inseriscono latte in polvere o farine non ben specificate come addensanti

alcune ditte sono molto serie ma sta a noi imparare a leggere le etichette. ;-))

pimm quale occasione migliore??? :-DD

pimms ha detto...

in realtà sono seriamente traumatizzata da una ex coinquilina vegana psicopatica.
so che il secondo aggettivo non era conseguenza del primo, però... ;D
comunque devo decisamente acculturarmi un po'. suggerimenti?

Anonimo ha detto...

sorpresa nella buca delle lettere :)

grazie
lilli






ora sono in ufficio ;-)

Max-B ha detto...

Complimenti il tuo burger è davvero invitante. Una curiosità: se non ricordo male Linda McCartney fece diventare vegetariano anche Paul. Ciao, complimenti per il blog.

petula ha detto...

verissimo max....sua la frase "non mangerò nulla che abbia una faccia" inquietante ;-)))

Francesca ha detto...

e' sempre un grande piacere per me leggerti.
quindi le lenticchie rosse non vanno in ammollo....come mai?
io ho un pacchetto di lenticchie rosse in dispensa ancora intatto, potrebbe essere l'occasione per aprirlo:)

petula ha detto...

le lenticchie rosse non vanno in ammollo perchè decorticate, quindi cuociono in una ventina di minuti. anzi tendono facilmente a disfarsi...ottime per i burger e per le minestre!

Anonimo ha detto...

confermi questa ratio?
2 tazze di lenticchie rosse
1 e 1/2 tazza di acqua


perche' io ho dovuto aggiungere molta piu' acqua in cottura, che erano asciutte ma crude.
(magari dipende dall'eta' del legume?)

mire