lunedì, giugno 13, 2005

La cuoca della porta accanto

Affettuosamente pungolata dal Cavoletto, alias Cenzina, ecco le mie risposte alla versione italiana del questionario a catena, opera di Delicious days....chiedere di far lo stesso a tutti i blogger culinari (e non) e lasciarne segno? ;-) Beh! passo ufficialmente la palla a Ribollita, a Tirebouchon e a Il cuore è una frattaglia.....


Il tuo primo ricordo di te stesso cucinando
Le mie mani che fanno le bisce per gli gnocchi di patate e la mia prima torta con il mitico "Dolce forno" della Harbert, che cuoceva con il calore di una lampadina.
La cucina è stata la stanza in cui ho passato più tempo durante tutta la mia vita, quindi molti dei miei ricordi profumano di torta di mele o di minestrone.

Chi ha influenzato di più il tuo stile culinario
Banale...la mia mamma, che priva di baby sitter e scuole a tempo pieno ha fatto della cucina la nostra stanza dei giochi, consentendoci di usare forni e fornelli veri. Mi ha insegnato che in cucina non si butta mai nulla (al massimo si mette in freezer), che bisogna saper fare di tutto (anche quello che non piace) e che bisogna avere il coraggio di sperimentare. Mi ha spinto a leggere i ricettari, anche se lei fa tutto a occhio, e a imparare a cucinare tutto quello che lei non ama come il pesce o le paste lievitate. I profumi della mia infanzia sono i profumi dei dolci trentini, torta di mele, strudel e zelten.

Possiedi del materiale fotografico che possa provare un interesse precoce per il mondo culinario? Te la senti di farcelo vedere

Non so perché, ma non ci sono foto, nemmeno recenti, di me in cucina. Poche mentre mangio, tanto più che da bambina consideravo cucinare divertente e mangiare un vero supplizio.
Mi sono rifatta ampiamente negli ultimi 15 anni ;-)

Hai qualche fobia culinaria? Un qualche piatto che solo a pensarci ti viene il sudore

Le carni visto che non le cucino molto spesso e, da macrobiotica, il seitan, quando lo faccio in casa ho paura che non risulti abbastanza saporito.

Il gadget in cucina che funziona meglio / quello che ti ha deluso di più
Sono una maniaca dei gadget. Non amo molto quelli elettronici, ma vado in estasi davanti a stampini, mattarelli, macchine per la pasta. Quello che funziona meglio è il Bimby (acquisto recente), oltre al vecchio Minipimer; quello che è a un passo dalla pattumiera è la sparabiscotti.

Un abbinamento cibario strano che mi piace e che probabilmente non piace a nessun altro...
Riesco a mangiare aringhe e salmone appena alzata e vado pazza per le alghe cosa che sconvolge non poco i miei amici italiani, ma abbinamenti perticolamente strani non mi vengono in mente.

Quali sono le 3 cose commestibili senza le quali non potresti vivere
Olive, tahin, tea....riesco a fare a meno di tutto o quasi, ma perché rendersi la vita più triste?

3 domandine al volo
il tuo gelato preferito
: lo so è una bestemmia, ma non mi piace per nulla il gelato
Non mangerai mai: i cetrioli, mi fa orrore anche solo l'odore
il tuo piatto/firma: uno solo??? patè di alghe, tempeh al balsamico, insalata tiepida (per i non macrobiotici, visto che è a base di lardo e formaggio di capra) e poi tutto quello che pane, pizza e torte salate.

3 commenti:

tirebouchon ha detto...

Tempeh al balsamico...grande! Quando ci darai la ricetta? A proposito il tempeh è uno di quei prodotti un pò sotovalutati, a volte dagli stessi macrobiotici, ma che io trovo molto gustoso.

petula ha detto...

proprio oggi (se le foto sono buone) metterò una ricetta con il tempeh ;-)) E' un prodotto meraviglioso, saporito, purtroppo difficile da trovare buono e complicatissimo da fare in casa. Prova quello della Sun Soy Food, credo sia trai migliori...

arma ha detto...

leggo che mi hai coinvolta passando dal cavoletto, e volentieri raccolgo l'invito. tra l'altro sono qui per la prima volta, ed è un'occasione per conoscerti. Quando passi da me lascia una traccia, ogni tanto.
saluti