mercoledì, gennaio 16, 2008

Involtini di verza e verdure



Come piove ma come piove ... l'aria però è più pulita e la mia macchina è stranamente lucida.
Adeguatamente bardata me ne vò contenta per la città!
Sarà che tollero poco solo il gran caldo (tipo quello maldiviano che permane in ufficio) e che il mio umore non cambia più di tanto se fuori piove o c'è nebbia, anzi spesso migliora pure....

I cavoli in tutte le loro derivazioni son una delle mie tante manie e gli involtini son poi un cibo "memoria": la mia mamma credo che li abbia fatti con qualsiasi vegetale pur di far ingoiare alla sua figlioletta rompi qualche verdura. Ora me che me li faccio anche da sola lei commenta "si vede che qualcosina ti ho pure insegnato".
I cavoli poi son ricchissimi in sali minerali, vitamine, aminoacidi essenziali e, per la gioia di vegani e macrobiotici, di calcio.

Le verze sono perfette per gli involtini: è sufficiente sbollentarle in acqua per qualche minuto e poi o dividerle a metà o, nel caso di foglie piccole, appiattire con un cucchiaio la costola centrale così da poterle piegare senza problemi.
Se non avete il cavolo potete usare qualsiasi verdura a foglia larga compreso radicchio, belga, insalata brasiliana....

4/5 foglie di verza grandi + 3 piccole
200 gr di riso integrale già cotto
1 porro
1 carota
1 topinambur
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
100 gr di firm tofu
1 cucchiaio di lievito alimentare
pane grattugiato/fiocchi d'avena o ceci qb
1 cucchiaio d'olio
sale

Sbollentate le foglie di verza per un paio di minuti e fatele raffreddare.
Stufate nel cucchiaio d'olio le foglie di verza piccole, il porro, la carota, il topinambur pelati e tagliati a julienne. Una volta cotti unite il tofu spezzettato con le mani e fate insaporire per qualche minuto.
In una ciotola mettete il riso, le verdure cotte, il lievito e cominciate a mescolare (meglio con le mani). Dovrete ottenere un impasto morbido ma consistente, se risultasse troppo morbido unite pane grattugiato o fiocchi d'avena. aggiustate di sale e mettete l'impasto a mucchietti sulle foglie di verza sbollentate e tagliate a metà. Chiudete a pacchetto e fermate o con uno stecchino o con lo spago da cucina.
Potete cuocerle per 10 minuti o in una pentola con un cucchiaio d'olio o in forno caldo a 180°.

8 commenti:

Marta ha detto...

ciao...è la prima volta che scrivo sul tuo blog...
mi sto avvicinando moooooolto lentamente alla cucina macrobiotica, nn so se mi convince del tutto, ma devo dire che il tuo blog mi è piaciuto da subito!!!!!! tutte le tue ricette sono estremamente interessanti anche se sono una carnivora impenitente....
questa ricetta degli involtini d verza, poi, mi ispira tantissimo!!!!
solo una domanda: usi il lievito x legare gli ingredienti al posto delle uova?????
grazie...passerò a dare una sbirciatina ogni tanto!!!!

saretta ha detto...

ECCEZIUNALE VERAMENDE sta ricettina..la copio al volo!Anzi..meglio che vada a mettere in pentola a pressione un po' di riso...;)
Buona giornata
Saretta

nikola.b ha detto...

mhhh questo sembra buono!

Petula ha detto...

marta...benvenuta!!!! ;-) il lievito in questo caso serve più come addensante e in preparazioni come queste le uova sono assolutamente superflue. l'impasto sta insieme da solo grazie alla collosità naturale del riso (credo che in alcune ricette le uova si mettano più per abitudine che non per un effettivo valore). carnivora impenitente??? beh qualcosa con cui alternare ci vuole sempre ;-)

saretta, nikola...;-)))

Niah ha detto...

Ciao ecco un piatto che non faccio da tanto, grazie per avermelo ricordato!
Sono una fan dei "petulainvoltini" , quelli con le alghe poi!
Stasera oramai ho fatto i pizzoccheri (senza formaggio naturalmente sostituito benissimo dalla besciamella vegetale) che hanno già di loro le verze ma domani questi non me li toglie nessuno.
Ciao ciao
Roby

Petula ha detto...

niah...;-*

fanta ha detto...

ciao petula GRAZIE PER LETUE RICETTINE mi collego spesso e trovo il tuo sito interessantissimo.
...e gli involtini..mi ispirano....
sono una onnivora in cerca di vegetarianesimo..nel senso che ci sto provando... ed ho bisogno di aiuto da parte di persone come te;)

una domandina...ma il tofu che metti nelle ricette...che tipo è? nel senso che a natura si ..ne vedo solo tipo alla piastra e normale... illuminami...grazie

Petula ha detto...

fanta....grazie a te!!!! per le svolte vegetarian/vegane son a disposizione ;-)))
tofu normale...è sempre specificato se si tratta di firm tofu (più solido) o soft o cotton che son molto più morbidi come consistenza.