giovedì, giugno 07, 2007

Fragole in sciroppo




Non sono un'amante della frutta e dei dolci in generale, si salvano fragole, ciliege, pesche e cioccolato ;-)
Per mangiare la frutta devo sempre trovare un modo alternativo al solo lavarla/sbucciarla.
Questo è un mix fra i classici e macrobioticissimi kanten e la frutta sciroppata.
Al posto del succo di mela o del té, ho usato una tisana alla frutta. Potete scegliere quella che preferite. Mettetela in infusione a freddo la sera (o comunque 8/10 ore prima) in questo modo il sapore ne guadagnerà e sarà più profumata.

1/2 litro di acqua
1 cucchiaio abbondante di tisana ai frutti rossi
300 gr di fragole
3 cucchiai di sciroppo d'acero
il succo di mezzo limone
1 cucchiaino scarso di agar agar in polvere.

Fate l'infusione con la tisana. Pulite le fragole, tagliatele a metà e mettetele in una pentola con lo sciroppo d'acero, il succo di limone e fate cuocere per una decina di minuti al massimo. Portate a ebollizione la tisana e unite l'agar. Mescolate bene con una frusta e fate sobbollire per 5 minuti, sempre mescolando.
Mettete le fragole in una ciotola o in tante ciotoline individuali e versate sopra la tisana senza però coprirle completamente.
Raffreddandosi il liquido si rapprenderà e creerà uno sciroppo semi solido intorno alle fragole.
Buono freddo o a temperatura ambiente. Può essere fatto diversificando frutta e gusti di tisane o té aromatizzati.

3 commenti:

Tuki ha detto...

Copiato!! dev'essere buonissimo :D

Scribacchini ha detto...

Un'alternativa al lavarla e sbucciarla c'è: raccolgierla e mangiarla nell'orto ;-)
Mannaggia, questo clima autunnale le ha fermate proprio quando cominciavamo ad essere stanchi di mangiarle fresche e cominciavamo a giocare con clafoutis e colleghi.
Remy

Maria Giovanna ha detto...

Ma dai, sai che anch'io ho postato una ricetta per condire le fragole? Questa versione è davvero interessante.