mercoledì, marzo 19, 2008

Pane con semini



Ed ecco il pane ai semini...
Molto simile ai pani neri tedeschi, è un pane pesante e abbastanza umido. Adatto a essere congelato a fette è perfetto per la colazione ed è pieno di oligoelementi e vitamine dovute alla presenta di semi di zucca, lino e girasole.

Si può fare sia con il lievito madre sia con il lievito normale, mettendo in conto una lievitazione lunga sia per la pesantezza delle farine sia per consentire l'inizio di una leggera fermentazione che lo rende (sembra una contraddizione ma non lo è) più leggero e digeribile.
Perfetto per la sua acidità in un periodo come quello primaverile in cui bisognerebbe limitare le farine e i grassi per alleggerire il fegato.

PS per pesantezza delle farine o del pane non intendo una pesantezza in digeribilità o in calorie ma semplicemente in una minor lievitazione delle farine integrali rispetto alle 0 o 00. ;-))

250 gr di farina integrale
250 gr di farina di segale
300 gr di acqua tiepida
1 cucchiaio abbondante di malto d'orzo
150 gr di pasta madre o 3 gr di lievito di birra secco
100 gr abbondanti di semi vari (girasole, zucca lino, sesamo....)
1 cucchiaino scarso di sale

Sciogliete il lievito madre nell'acqua in cui avrete messo anche il malto. Aggiungete a cucchiaiate le farine le farine e impastando con forza fino a ottenere un impasto liscio ed elastico.
Mettetelo in una ciotola unta e coperta con una pellicola. Lasciatelo in frigo per tutta una notte.
La mattina fate tornare l'impasto a temperatura ambiente, lavoratelo velocemente e aggiungete i semini e il sale.
Dategli la forma che preferite (io per comodità l'ho messo in una teglia da pancarrè) e lasciatelo lievitare fino al raddoppio.
Cuocetelo in forno caldo a 200° per 30/40 minuti. Risulterà più morbido se metterete nel forno una ciotola d'acqua in modo da aumentare l'umidità.

22 commenti:

Chocolat ha detto...

Resto basita su quanto siamo telepatiche ! L'ho postato ieri !
http://cookinginrome.blogspot.com/2008/03/flax-seeds-bread-pane-ai-semi-di-lino.html

Petula ha detto...

chocolat...in effetti dovremmo smetterla ;-DDDDD (fighissimo!)

maurico ha detto...

Ciao,
lo voglio proprio provare, si può sostituire la farina di segale con altra farina? Ne ho un sacchetto di avena, potrebbe andare?

Grazie per la continua fonte di ispirazione.

Petula ha detto...

maurico...prova! la segale fa diventare il pane molto scuro cosa che non sarà con l'avena ;-) grazie a te!

Anonimo ha detto...

questo post non c'entra niente con la ricette ma ho da fare una domandina e spero mi possa aiutare.... ho della farina di piselli e farina di fave integrali macinate a pietra che ho comprato a Senigallia alla Festa del Pane come posso utilizzarla? ( quella di fave mi hanno detto che potrei farci la pasta) ma io vorrei qualche altra idea grazie in anticipo LICIA

Petula ha detto...

licia...e che importa? ;-)) entrambe le farine possono essere usate per puree - tipo macco - passati, minestre, polpettoni, polpette - al posto dei fiocchi di ceci ad esempio - e in aggiunta alla farina per la pasta (in aggiunta perché di sola farina di fave non starebbe insieme).

Nina ha detto...

Ciao!
Arrivo qui direttamente dalle pagine del numero di aprile di Sale & Pepe, complimenti!
Ti inserisco subito fra i miei prefertiti in modo da non perderti.

Petula ha detto...

nina...benvenuta! grazie dei complimenti e di avermi ricordato di comprare la rivista!!

GingerbreadGirl03 ha detto...

Aspita mi ha già preceduto Nina...
Comunque complimento per esserti conquistata una pagina della rivista ;)

Kiss,
Ginger ~♥

Spilucchina ha detto...

Petula, che meraviglia questo pane...e che meraviglia questo blog!
Vado subito ad infilare le mani in pasta perchè ho una confezione di farina di segale che grida pietà.
Provererò la versione col lievito madre.
GRazie e a presto!

Bibi ha detto...

qui mi piace, non è la prima volta che ti visito ma le altre volte sono stata così maleducata da non lasciare nemmeno un saluto.
ottimi spunti i tuoi, da seguire senz'altro.
complimenti davvero.
:)
Bibi

heidi ha detto...

Ciao Petula, passo spesso di qua anche se non lascio commenti, colgo l'occasione per complimentarmi per il tuo magnifico blog. Il cecio snack farà parte del pranzo di Pasqua che servirò alla mia famiglia.
Complimenti per la pubblicazione su Sale e Pepe e Auguri di Buona Pasqua
heidi

loira ha detto...

Ciao! Ho trovato il tuo blog ieri, girovagando on line in un momento di poca voglia di tenere la testa china sui libri (soprattutto adesso che la Pasqua è vicina e mi diverto a fare torte e affini). Il tuo blog è molto interessante e ho già sperimentato la zuppa d'orzo e porri che il mio ragazzo ha molto gradito! Ti verrò a trovare spesso!
A presto!

terry ha detto...

Mmm....questi semini mi sembra di conoscerli!;-)))

Bacioni e Buona Pasqua...qui...intanto...poi in privé!;-)

lucia ha detto...

Ciao Petula!
Buona Pasqua!!!
Sbircerò il tuo blog per preparare qualcosa di molto buono per l'occasione...come sempre.
Baci, Lucia

veganswiss ha detto...

appena la mia pasta madre sarà più arzilla ci proverò senz'altro :-)

ciao marta

Pasta Garofalo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Luisa ha detto...

Mi aggiungo anch'io ai complimenti per la tua presenza su Sale & Pepe. Grande petula!!
Un bacione

Arame ha detto...

anch'io mi aggiungo :D ho comprato la rivista solo per te ;)

Petula ha detto...

son dello stesso colore del blog!!!! GRAZIE! siete dei tesori!!

devo dire che la pubblicazione su Sale e Pepe è stata inaspettata quanto gradita visto che la ricetta l'han scelta loro e rifatta e mi han detto il tutto quando erano già in stampa ;-))

lu...un abbraccio! grazie delle tue foto, mi aprono il cuore ogni volta.

arame...son sincera! pure io ;-DD

medea ha detto...

grazie delle idee bellissime!!!!
ti ho scoperta per caso...e ne sono felicissima!!!!!!
:)

Pia Sorrentino ha detto...

Ho mangiato qualcosa di simile proprio oggi.
E' davvero delizioso!
A parte l'appagamento visivo (perchè tutti quei semi variegati donano un aspetto frizzante alla preparazione), io amo particolarmente il sapore che riescono a trasmettere i semi di girasole. Se poi li si unisce a tutto il resto...
E non dimentichiamo i semi di papavero, gustosissimi e gradevoli.