lunedì, marzo 15, 2010

Variazione cipollotti




Mi si stan slogando le mandibole dagli sbadigli e se pur fan bene perché liberano energia, approfondiscono il respiro, aprono il cuore etc etc etc (i miei allievi di tai chi provano a sbadigliare già in corridoio per far contenta la maestra ;DDDD), la mia vicina di banco comincia ad odiarmi perché le faccio venir sonno ... effetti dell'avvicinarsi della primavera e dei cambi di temperatura.

Tanto tè verde nel pomeriggio aiuta un pochino, non tanto per la teina (non ce n'è molta e l'effetto non è quello del caffè) ma perché le "robine" calde o tiepide aiutano a digerire - e quindi a diminuire la classica sonnolenza post prandiale - e perché ricco di sali minerali utili ancora di più nel periodi di cambiamento e uscita dalle grotte.

E per il cibo???? cipollotti cipollotti cipollotti ;D Son monotematica lo si sa ... o meglio mi faccio prendere dall'entusiasmo e compro sempre in quantità eccessive e poi mi tocca elucubrar ricette per non proporre sempre la stessa cosa per due cene di seguito.
I cipollotti di Tropea son riuscita a metterli un po' ovunque: cotti, saltati, stufati, in zuppa e anche crudi sulle frise (metodo istantaneo per tener lontano le gatte e stare in pace sul divano ;D) ma quelli al forno mi son piaciuti così tanto che mi toccherà comprarli ancora.
In forno sì ma velocissimi, riciclabili nelle schiscette e perfetti per chi preferisce entrare in casa, metter sù la cena e rilassarsi un pochino mentre cuoce (se ci si accosta una zuppa il relax è garantito).
Qui c'è un pochino di croccante .. così i maniaci dei craker saran contenti (meglio questo di cracker, crostini e affini, soprattutto se industriali, per quanto bio e light).
La dose del preparato croccante riempie un barattolo da marmellata e va usato in dosi "oculate" ;)

un bel mazzo di cipollotti
2 cucchiai d'olio extra vergine

preparato croccante:

5 fette di pane raffermo (di ogni tipo)
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaio di semi di girasole
1/2 cucchiaio di semi di zucca
10 mandorle
1 pizzico di sale di Maldon
1 pizzico di aglio in polvere
peperoncino (opzionale)


Pulite i cipollotti, tagliateli a metà e disponeteli in una pirofila leggermente unta.
Sbriciolate il pane raffermo e tostatelo a secco in una padella.
Nella stessa padella tostate anche i semi, le mandorle, il sale e dategli due giri di frullatore.
Mettete il pane, l'aglio in polvere e i semi tostati in un barattolo e shekerateli per bene.
Sui cipollotti cospargete 2 o 3 cucchiai di questo preparato e un filo d'olio.
Coprite la pirofila con la stagnola, mettete in forno per 15 minuti a 190°, togliete la stagnola e fate cuocere ancora per 10 minuti.

16 commenti:

Giulia ha detto...

Il "croccante" in barattolo in effetti mi mancava... che idea super! :D Conoscendomi però rischierei di mangiarlo dal barattolo... hehe
Dove si conserva? In dispensa o in frigorifero?
Ciao e grazie per l'idea! :-)

Lisa-Carmen ha detto...

Oggi ho fatto la zucca e la cipolla rossa della tua ricetta.
Ma la mangerò a cena (da asporto), quindi non so come è venuto.
Buono a sapersi, le proprietà dei cipolloti...
Il sonno invece si fa sentire...ieri pomeriggio dopo il lavoro passeggiata in campagna...e poi son piombata sul letto per più di un'ora.
E la sera ho avuto il coraggio di andare a letto presto e di dormire fino alle 9 di stamani...(lavoro su turni)...
In effetti ieri non avevo bevuto il caffè...è veramente una droga per me...non riesco a eliminarlo.
Ho provato con il tè verde, ma non è lo stesso risultato..e non mi piace tanto.
Bevo volentierissimo il bancha e il mù....ma se ho sonno, ho sonno...
Ma come si fa a eliminarlo senza sonno???

nini ha detto...

croccante? chi ha detto croccante?
Mi sono sentita chiamata in causa, ehehe. Grazie petula, proverò presto!
A dire il vero non ho MAI cucinato i cipollotti, è ora di evolversi ehehe.

pâtes et pattes ha detto...

anche noi non abbiamo mai provato i cipollotti cotti ... questa è veramente un'idea squisita! Grazie!
Seguiamo il tuo blog dalla ricetta del tofu di tanti anni fa!

pâtes et pattes ha detto...

anche noi non abbiamo mai provato i cipollotti cotti ... questa è veramente un'idea squisita! Grazie!
Seguiamo il tuo blog dalla ricetta del tofu di tanti anni fa!

Behemother ha detto...

Ciao Petula, è tanto tempo che ti leggo ma questo è il mio primo commento... innanzitutto i dovutissimi complimenti per il blog, che mi piace particolarmente per l'attenzione alla salute e ai cibi che fanno bene, un aspetto che mi sta molto a cuore. Ultimamente ho avuto una sorpresa: mi hanno diagnosticato la celiachia e devo rimettere in discussione una serie di cose nella mia alimentazione, così mi sono messa a cercare alcuni alimenti che non trovo dove vivo (La Spezia). Vorrei chiederti se puoi consigliare un negozio online per acquistare prodotti giapponesi, o magari anche a Milano dove capito ogni tanto. Acune cose si trovano nei negozi biologici ma per esempio dove trovare il koji e altre cose meno diffuse? Grazie!
Laura

Petula ha detto...

giulia ... ;DDD mica solo tu! io lo conservo in dispensa, in frigo prende uno strano odore.

lisa ... hai detto bene, il caffè è come una droga. Per disabituarsi ci vuole tempo e pazienza, puoi provare con un po' di tè nero senza esagerare e senza berne litri ;)

pate e pattes ... ma che bello!!!!!! ;))))

behemother ... grazie dei complimenti (fan sempre bene....) ma che jella la celiachia! mi spiace. Per i prodotti prova su tibiona o kathai (che però è molto poco bio), ci sono gli indirizzi nel menu. ;)

spighetta ha detto...

Mamma che buoni! Sto sbavando ;))
Io faccio i porri al forno in maniera simile...sono divini!!!

Lisa-Carmen ha detto...

Al tè nero no avevo mai pensato!
Grazie mille per la dritta. Proverò, perchè veramente ho sempre tanto sonno...:-(
Anche io, come tante persone, volevo farti i miei complimenti per questo blog.
Ho ricominciato la macrobiotica da poco tempo, ma la conosco da 20 anni. I mie punti di riferimento erano i libri di Oshawa e Kushi....ok il secondo, ma il primo troppo rigido!!!! E comunque anche le ricette di Eveline ecc...sono un pò tristine...
Sto seguendo dei corsi di macro (uno in Brianza e uno a Milano) e magari un domani ne farò uno alla Sana Gola (per ora mi accontento degli assagini).
Sono anche andata da una dietologa (sono vegan e non voglio correre rischi di carenze eventuali) e la sua dieta è macrobiotizzabile :-)
Tra l'altro gliene ho parlato ed è d'accordissimo (anche lei viene da una "scuola" macrobiotica).
E le tue ricette sono un supporto enorme.
Ne ho già sperimentate diverse e ti ringrazio moltissimo!
Lisa

Fra ha detto...

Bellissima e golosa idea quella del croccante in barattolo, me la segno subito! Per quanto riguarda i cipollotti mi hai fatto venire un voglia di comprarli! Sarà il mio prossimo acquisto al mercato ;)
Un abbraccio
fra

Petula ha detto...

lisa...e lo so, le ricette di aveline son un po' datate, ma basta poco per renderle meno rigide ;)

fra...ehmm pure io rischio di ricomprarli ;DDDDD

Lisa-Carmen ha detto...

Mamma che sonno!!! Ho la tazza di tè nero...ma che fatica liberarsi dal caffè.
Vorrei liberarmi da questa dipendenza e da quella dei farinacei...altra droga :-(
Sarei contenta di riuscirci.
Al momento ho deciso di provare a farne a meno fino a Pasqua.
Stamani riso con castagne :-)
Me lo sono portata a lavoro e purtroppo nel contenitore di plastica ha perso un pò l'aroma...diciamo.
Ma era buono. La prossima volta ci metto un pò di uvette :-)

banShee ha detto...

Ciao :)

Mi chiamo Elena e sul mio blog di cucina sto raccogliendo delle ricette, insieme agli altri food blogger, per creare una raccolta. :)

Si tratta di ricette "a colori" che verrebbero poi raccolte (citando ovviamente le fonti) in un ebook scaricabile da tutti gli amanti della buona cucina.

Se ti può interessare, questo è il link dove ci sono tutti i dettagli. :)

Raccolta ricette di cucina


Spero di averti incuriosita. :P

Ti auguro buona giornata,

elena.

Ricette italiane ha detto...

non sono certo la cosa più leggera e digeribile al mondo ma... approvo in pieno, squisiti.

evacontroeva25 ha detto...

ciao petula, volevo farti i complimenti per il blog che seguo da anni con tanta soddisfazione! Non sono macrobiotica, ma mi piace il tuo amore per la cucina e spesso traggo spunto dai tuoi piatti, a cominciare dal finocchio al forno con limone che ormai ho fatto mio :)
oggi cercavo una ricettina con l'indivia e proverò il tuo risotto, non ci metterò il lievito (ma nemmeno il burro!), ma penserò a te..grazie!
eva

alter ha detto...

Li sto mangiando da quando ho scoperto il tuo blog. Una cosa incredibile, sono! Grazie.