martedì, maggio 05, 2009

Risotto asparagi crema di asparagi e mandorle



Ecco una delle mie manie primaverili: gli asparagi!
Li amo in tutti i modi e forme: asparagi bianchi, viola, verdi, selvatici, al forno, bolliti etc
Vederli a mazzetti dal verduriere o al supermercato mi mette allegria come le zucche in autunno e i meloni in estate.

Aver deciso qualche anno fa di far di alcune passioni un cammino (e ancheun mestiere dato che son incappata pure nell'insegnamento;)) vuol dire a volte trasformare le vacanze in lunghi periodi di stage con tanta energia, studio, gioia nel veder persone che si frequentano non quanto si vorrebbe, piccole illuminazioni, ma anche con tanta felice stanchezza e addormentamenti con la faccia nel piatto la sera. E cosa meglio del risotto come cuscino dopo tanto tai chi???

Il risotto per chi come me è vissuto e vive da sempre in mezzo alle risaie è come la pasta a mezzanotte per altri: il carnaroli non manca mai (più facile che manchi la pasta...), ci si può metter "quasi" di tutto e cremoso e denso al punto giusto è una coccola perfetta. E il giorno dopo passato in padella è ancora più buono.

300 gr di carnaroli
20 asparagi viola
15 mandorle
2 cucchiai di lievito alimentare a scaglie (opzionale)
1/2 bicchiere di cognac
2 scalogni
1 carota
brodo vegetale qb
pepe bianco
sale
1 chiodo di garofano
2 cucchiai di olio extra vergine

Tritate scalogno e cipolla.
Frullate mandorle e lievito.
Pulite gli asparagi e tagliateli a tocchetti conservando a parte le punte.
Scaldate il brodo con il chiodo di garofano e metteteci i gambi degli asparagi. Fate cuocere fino a quando son morbidi. Scolate i gambi e frullateli con un pizzico di sale.
Inuna pentola adatta soffriggete scalogno e carota nell'olio, versate il riso, tostatelo e sfumate con il cognac. Cuocete il riso unendo a mestoli il brodo caldo e mescolando ogni tanto.
A metà cottura unite i gambi frullati e le punte e portate a cottura.
Prima di servire spegnete il fuoco, aggiustate di sale e pepe, unite le mandorle tritate con il ievito (o anche senza ... va a gusti ma a me piace :)) e mantecate.
Lasciate riposare 5 minuti e servite.

11 commenti:

Saretta ha detto...

Curioso l'uso del chiodo di garofano e del cognac!

Anch'io amo gli asparagi e.. ho appena postato una zuppetta con le ortiche;)
Buona giornata!

LaPrinci ha detto...

Fantastica Petula, adoro gli asparagi ancor di più quelli dell'orto di mio Papà... Appena lascierò l'agonismo in mtb mi butterò a capofitto nel tai chi ;-)

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

buoni sono i miei preferiti anche per me in questa stagione

Giò ha detto...

niente male il risottino! proverò anche il lievito, di solito lo uso solo con la pasta!

Anonimo ha detto...

Sembra molto buono...però non ho capito cosa devo soffriggere insieme allo scalogno?cipolla o carota?
Grazie,
Manuela

Lisette ha detto...

Ciao Petula, ho appena pubblicato una mia ricetta con asparagi e ti ho menzionata nel blog per la tua ricetta con asparagi e pistacchi che io ho rifatto con riso, ho messo il link al tuo blog ;-)grazie..

spighetta ha detto...

Anche io adoro gli asparagi soprattutto quelli selvatici! e che divertente andare a coglierli, a patto di avere un'amica con la quale chiacchierare ;)...quanto prima ne farò un risotto integrale (vediamo...) per il momento ho postato una ricetta dei lasagnoni in crema di asparagi una delizia :D

Magie Vegan ha detto...

Petula, dov'è che insegni? Cos'è che organizzi? Voglio saperloooo! E partecipare!!!

Petula ha detto...

tutti fans degli asparagi e dei risotti ;DDDD

giò ... il lievito dà una nota diversa, a me piace ;)

lisette...grazie! bel blog e interessanti ricette!!!

spighetta...come ti capisco, fatto un paio di anni fa insieme alla raccolta dell'aglio selvatico e le chiacchiere hanno aiutato parecchio ;D

magie ... insegno tai chi, niente cucina ;)

Isafragola ha detto...

Non pensavo fossi nata fra le risaie :-) bella questa versione frullata, anch'io adoro sperimentare nel risotto. Ho provato a farlo con asparagi e pistacchi ed è venuto ottimo! Oggi invece ho proposto la tekka a una amica insieme all'orzo. Ci è piaciuto tantissimo! Quando hai tempo mi spieghi perchè è energizzante? Un bacio

Francesca ha detto...

Beh lo provo...promesso :)
Se me lo permetti sostituirò al carnaroli il vialone nano.

Un abbraccio e complimenti

Frà