giovedì, aprile 28, 2011

Green mood seconda parte (seguirà terza)


Visto che mi è stato impedito di dipingere le pareti di casa di verde (già ne ho qualcuna turchese, arancio e azzurro svedese) riempio di verde tutto il resto e vi ammorberò con i miei consigli verdi.
Son posseduta dal demone dell'orticultrice!!!

Ne ho già parlato, da sempre gran soddisfazione mi dà coltivar i germogli.
Se avete sempre ucciso ogni pianta della vostra vita, se pensate di avere il pollice nero, se non sapete distinguere un cactus da un olmo, i germogli fan per voi.
Son facili, crescono al buio, non han bisogno di cure e son buoni, ricchissimi in vitamine e sali minerali, ideali in primavera, perfetti nelle insalate o nei panini o da sgranocchiare durante la giornata.

Avete bisogno di:

barattolo di vetro imboccatura larga
quadrato di cotone o lino
elastico
germogli

Per iniziare e regolarvi con la quantità, la prima volta mettete un cucchiaio di semi nel barattolo, sciacquateli, poi sommergeteli di acqua e lasciateli a bagno per una notte.
La mattina scolate l'acqua, coprite il barattolo con la stoffa (cotone o lino) e fermate con l'elastico e mettete al buio. Già il primo giorno avrete la soddisfazione di vedere i germoglietti far capolino dai semi.
Due volte al giorno (tipo sera e mattina) dovete sciacquare i germogli usando la stoffa come filtro.
Di solito dopo quattro, max cinque, giorni son pronti. Devono essere chiari e senza parti verdi.
Prima di consumarli potete toglier la buccina del seme, ma non è necessario e per me è una noia mostruosa.

Amo soprattutto i germogli di:

soia, siam nella norma, ma meglio coltivarseli che comprarli al super
crescione, belli piccantini, nei panini son una bomba
fagiolo mungo, simile alla soia solo con un po' più di carattere
trifoglio, dolce, solo una menata all'inizio perché è minuscolo
riso integrale, così smaltisco le riserve
lenticchia, dolce e molto proteico
alfa alfa, i più ricchi in vitamine e proteine

Le buste di semi si trovano in tutti i garden center e nei negozi bio, però provate con i cereali o i legumi, che avete in dispensa e che con il caldo rischiano di far da casa alle farfalline ... importante è che siano integrali e bio.
È un sistema di coltivazione molto risparmioso (i semi costano poco, ma, come detto sopra, non è nemmeno così necessario comprarli) ed ecologico visto che si riciclano i barattoli e gli avanzi di stoffe (anche le vecchie camicie van bene). Il mio fantastico germogliatore lo scorso autunno decise di suicidarsi gettandosi da uno scaffale e non penso minimamente di sostituirlo perché non voglio l'ennesimo oggetto in giro per casa.
Se avete bambini è un gioco bellissimo e il modo più facile per insegnar loro come crescono le piante.
L'orticultrice fashion può anche comprarsi in rete il germogliatore in coccio (quelli di plastica son quasi tutti bruttini), bellissimo da vedere, ideale perché mantiene l'umidità e riciclabile in porta oggetti nei momenti di pausa coltivazioni.

23 commenti:

Saretta ha detto...

Mitica Petula!Anche da me si germoglia di brutto!Ogni tant frullo tutto e faccio uan buona salsina per cereali/insalate :)
Sai che ho fatto?Ho comprato una compilation di buste tra mungo, alfa alfa. crescione, china rose etc etc.Ho mischiato tutti i semi in un vasetto, così mi coltivo sempre il mix :)
Il mio germogliatore sfigato è lì lì per tirare le cuoia, poi passerò al vasetto!

Petula ha detto...

hihihihii ... pure io mischio, di fondo perché le buste in cucina son sempre a rischio caduta (i semi che rotolano piacciono molto alle micie, a me piace meno trovarli ovunque) e quindi metto i semi nei barattoli di latta con i foglietti per indicar cosa sono.
Sai che i barattoli secondo me son meglio di qualunque germogliatore? Si mantien meglio l'umidità e son più comodi da metter negli armadietti o in dispensa al buio.

Barbara ha detto...

Mai germogliato, perchè.. ho sempre ucciso ogni pianta della mia vita, eccetera eccetera. Ma amo i germogli e comprarli tal quali costano una cifra; li trovo da un fruttivendolo bio... però visto che mi dici che il mio pollice nero li non andrebbe usato... quasi quasi ci provo, grazie per le valide indicazioni!

Tibisay ha detto...

Eccomi, mi presento. Sono una valente orticultrice fashion. ADORO i germogli, mangi anche quelli di ravanello, piccanti al punto giusto, ho un marito che in primavera ed estate vivrebbe solo di quelli, ho in casa almeno 3 germogliatori e... il divieto di usarli. Il mio pollice è talmente nero, da Vampiro, che i miei (quando non si suicidano prima) sanno di muffa o sono croccanti. Non è per me, ma li mangio, eh, Il Marito è bravissimo a coltivarli...

bripponippo ha detto...

questa era una delle 52 cose che volevo fare, e siccome tra queste c'è limitare gli acquisti alle cose indispensabili i tuoi acquisti capitano a fagiolo (per restare in tema). quindi grazie!

valina ha detto...

A me con questo metodo fan la muffa....mi toccherà attendere agosto ( compio gli anni e ho già chiesto a mamma la germogliatrice in regalo... ) :)

Elena ha detto...

... Petula, lesson two formidabile.
Provo subito con i trifogli.
Li imbarattolo qui in ufficio, così li tengo d'occhio, e so già che intorno alla scrivania scatenerò un coro di ohooooo... e che poi si diffonderà la malattia da coltivazione in barattolo!
grazie, Elena :-D

bripponippo ha detto...

ma cos'ho scritto, ero ubriaca?

Petula ha detto...

tibisay .. che tu sia fashion, molto fashion, è innegabile ;D che tu abbia il pollice nerissimo forse, ma se i germogli ti vengon croccanti va bene 8devono essere croccanti altrimenti li si è fatti crescer troppo), mentre se ti san di muffa ... ehmmmm meglio che li coltivi il marito!

Valina .. a me fan la muffa nel germogliatore, infatti il suicidio non è stato impedito ;D

Elena ... ottima l'idea di farlo in ufficio, così hai già l'insalata pronta per la pausa pranzo ;)

bripponippo .. ubriaca ma comprensibile ;D

Petula ha detto...

barbara .. fidati, è impossibile ammazzar i germogli, soprattutto se non stai vicino a Tibisay e al suo pollice vampiro. Certo ti devi ricordare di sciacquarli due volte al giorno perché non sono cactus!

sgrìsole ha detto...

A me hanno regalato un germogliatore a natale ma... sono l'unica a cui fa impressione mangiare germogli che non siano cresciuti nella terra? Son strana, lo so :-)

Anonimo ha detto...

mmmh... vuoi dire che nonostante le stragi di massa che ho causato per assoluta incapacita' di far sopravvivere alcunche' di verde (sara' per questo che sono diventata vegetariana... vendetta nei confronti del regno vegetale che non vuole vivere con me?!ooooh) posso far germogliare qualcosa?

HO giusto dei semi di alfa - alpha, quasi quasi...

Ume

Irma ha detto...

Anche io ho il germogliatore ma ho sempre avuto problemi a dosarli... ne ho sempre fatti quantità spaventose e così gran parte finiva ad arricchire la dieta delle mie galline... ^__^ e così dopo un paio di tentativi, l'ho riposto in dispensa... però ora m'hai fatto tornar voglia di riprovare.
Ma dubbio amletico: i germogli di legumi (soia, fagioli, ecc) vanno cotti prima di mangiarli??
E il buio è necessario?? Il mio germogliatore è trasparente, va messo in un posto buio? oppure posso lasciarlo in cucina?
grazie!
Irma

giusi ha detto...

Ciao a tutt*
primo mio post in questo blog che seguo da tempo: grazie di cuore Petula!!!
Coltivo i germogli da un pò però non mi è mai riuscito con i cereali, mi si ammuffisce sempre tutto... ho provato col riso integrale e con l'orzo.......
anche i semi di girasole nel mio germogliatore hanno un tasso di ammuffimento alto..
giusi

Petula ha detto...

ume .. l'alfa alfa è perfetta!

irma ... galline fortunelle e sanissime! i germogli è meglio mangiarli crudi, che siano di legumi o meno non cambia. possono essere ovviamente saltati nel wok, ma brevemente altrimenti ammazzi le vitamine.
il buio è necessario, anche per evitar le muffe.

giusi... come per irma, germogliatore al buio, sciacquare i semi due volte al giorno e non lasciarli coperti d'acqua. il metodo barattolo chiuso con la tela per ha voluto dire eliminare il pericolo muffe perché gira più aria rispetto al germogliatore di plastica, dove il tasso di umidità era sempre eccessivo.

vincent ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
sburk ha detto...

ganzo
era da tantissimo che volevo crescere i germogli ma non sapevo dove mettere un germogliatore
col barattolo ho risolto
grazie dell'idea

ROBERTO ha detto...

Ciao complimenti per il blog!! Ti scrivo per informarti che sto facendo un contest nel mio blog! se ti va di partecipare vieni a vedere di cosa si tratta!! Ciao e grazie!
http://www.myart-robertomurgia.blogspot.com/2011/05/cook-with-my-art.html

belloebuono ha detto...

Ciao! Utilissimo il tuo post... a volte ho fatto qualche germoglietto (senza germogliatore!), approfitto per farti una domanda: qualcuno dice che alla fine vanno esposti al sole per qualche ora per far spuntare le microfogline verdi e arricchirli di clorofilla... è inutile quindi?
Grazie :)

Anonimo ha detto...

oh,petula! mi sono messa a fare i germogli dopo aver letto questo post, proprio in un barattolo di vetro etcetc, ma mi sono dimenticata di sciacquarli una sera e la mattina dopo c'era già una muffa gigantesca...:(

Petula ha detto...

belloebuono... si può fare ma solo per pochissime ore perché tendono a diventare più forti come sapore, io preferisco non mangiare germogli con foglie verdi ;)

anonimo ... con il caldo che fa è normale e il risciacquo previene la muffa ;)

belloebuono ha detto...

Grazie per la risposta... il tuo post mi ha ispirato a riprendere in mano i semini di alfalfa e ora ho bel un barattolino di germogli... con qualche microfogliolina, molto carini :)

Bellissimo anche l'altro post, mi piace proprio questo green mood continua così :)

Mad ha detto...

Cara Petula, proprio oggi che si fa un gran parlare di germogli di soia idratati con escherichia coli ho deciso di costruirmi un germogliatore casalingo con delle vaschette di plastica recuperate dalla mensa (vedessi lo sguardo schifato dei colleghi :D :D).
Volevo partire dai sacchetti di legumi bio (soia o lenticchie), dunque è fattibile usarli secondo te?