mercoledì, luglio 29, 2009

Crema di avocado speciale



La mia testa è in vacanza (da un pezzo aggiungerebbero i veri amici....), il martedì son convinta che sia giovedì per cui il mattino dopo son delusissima di non poter iniziare il fine settimana e andar al supermercato è ormai un'afflizione.
Tento di farci andare altre persone (che spesso ignorano le mie richieste ;D) e di vivere solo con quello che il mercato sottocasa fornisce ... la fine della carta igienica e del cibo per pelosa mi ha spinto ad avvicinarne uno due giorni fa per scoprire che svendevano avocado e lime e mi son fatta tentare.

Una salsa fresca da abbinare a verdure crude - fantastica con le foglie di verza - e crostini può essere un antipasto molto fighello o un'intera cena se siete brasati dal caldo e ci aggiungete una bibitona energizzante.
Ci si può fare picnic, merenda al parco e metterla nella schiscetta.

1 avocado
mezza confezione di tofu morbido
il succo di 2 lime
5 cm di radice di zenzero fresca
tanta tanta erba cipollina fresca
sale
pepe

Pelate e tagliate a cubotti l'avocado. Non buttate il nocciolo, se non mangiate subito la salsa mettetecelo dentro ed eviterete che diventi marrone nel giro di quindici minuti.
Grattuggiate lo zenzero e premetene il succo.
Con una forchetta mescolate bene tofu, avocado, succo di lime e zenzero. Unite l'erba cipollina tagliuzzata fine e aggiustate di sale e pepe.

18 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao, volevo chiederti se avevi mai letto il blog : alimentazione naturale. il suo autore argomenta -a suo dire - scientificamnete, la dannosità della macrobniotica e la sua infondatezza. tra le altre cose mi hanno colpito : la salsa di soia sarebbe cancerogena, l'uso di molto sale, le cottura prolungate ,lo scarso utilizzo di verdura e frutta fresca, e soprattutto (cosa che mi ha colpito perchè lo faccio sempre) la tostatura dei cereali. che ne pensi?
maria

Petula ha detto...

maria ... cosa ne penso? che ognuno è libero di dire ciò che vuole e che non faccio polemica con nessuno. non mi interessa. ;)

Cobrizo ha detto...

posso aggiungere io a Maria?: forse dovrebbe conoscere Petula! ;-D


...e Petula non mi paga, giuro ;-DDD

Anonimo ha detto...

è ovvio che ognuno è libero... ecc ecc..ma era un che ne pensi, ovvero una domanda,su alcuni aspetti specifici della dieta macrobica - appunto la tostatura dei cereali , l'utilizzo di cotture prolungate. Probabilmente c'hai ragione pure tu, non sono argomenti da blog ma da lettura di manuali specifici. Se è così cercherò risposte in biblioteca.
maria

Petula ha detto...

;) hai ragione, ma la macrobiotica passa attraverso la conoscenza approfondita di quello che kushi e i suoi allievi(meglio di owasa che è decisamente antiquato e poco applicabile) han scritto e non se ne può fare un sunto, per quello mi limito a ricette sperando di incuriosire e semmai di far introdurre qualche variazione alimentare sanamente (;D) divertente anche a chi mangia tradizionale.
non è una cosa su cui ci si può improvvisare dalla mattina alla sera.
sulla salsa di soia cancerogena mi faccio delle gran risate, come sull'eccesso di sale (se si leggono i manuali di kushi si evince l'esatto contrario) e sul fatto che non si capisca quanto la macrobiotica sia stagionale e variata e che quindi alcune cose van fatte solo quando fa caldo o fa freddo e non tutto l'anno.

la rigidità è un atteggiamento pessimo e alquanto stupido sempre, nei macrobiotici come nei loro detrattori. ;)

Anonimo ha detto...

perfettamente d'accordo nella condanna all rigidità... sono una praticante in tutto poco ortodossa. avevo già in animo di leggere qulacosa per approfondire e sapevo della rivisitazione di Michio Kushi.
Grazie comnunque per le chiacchieree e per le ricette.
m.

valedug ha detto...

io sto mi sto avvicinando alla macrobiotica...cammino entusiasmante..non so dire a lungo temrine ma in soli due mesi la mia vita, e la mia salute sono cambiate!!! e anche la lancetta sulla bilancia..ma questo è secondario. presa dalla smania di leggere e documentarmi ho comprato tutto quello che ho trovato su kushi e la macrobiotica..ora mi osno imbattuta in un testo secondo me cordiale e schietto:cibo e guarigione della colbin. muovere solo delle critiche senza scorgere gli aspetti positivi è riduttivo esattamente quanto elogiare senza spirito critico..almeno io penso così.
ah petula ad ottobre vado in giappone!!!! sono felicissima!!!

Petula ha detto...

m ... ;)

valedug ... giusto! e complimenti per il giappone! ti piacerà!!!

Lisette ha detto...

anche la mia testa è ancora in vacanza, per ritrovare l'ispirazione culinaria mi faccio un giro tra i blog preferiti..buona la cremina..

Anonimo ha detto...

ciao petula, complimenti per il blog! e' bellissimo! ho provato questa salsa e credo mi sia venuta un po' amarognola...hai qualche suggerimento?

Anonimo ha detto...

Ciao Petula, perchè non pensi di realizzare delle pagine dove riassumere i concetti fondamentali della macrobiotica e del pensiero che ha portato Kushi a formulare un concetto così particolare ed avvincente sull'alimentazione? E vero che nelle librerie ci sono molti libri, ma questi libri avvicinati da un pubblico profano sono davvero difficili da "digerire" ;) e si rischierebbe di perderne il succo.
Potresti pensare di riassumere i concetti base della macrobiotica in alcune schede, il più possibile semplici, sintetiche, ma proprio per questo avvicinabili dai più.
Capisco che il lavoro sia piuttosto faticoso da parte tua, ma sarebbe un'opera di grande divulgazione...... Pensaci ;)

Ciao

P.

valedug ha detto...

ciao petula! stamane mi sono cimentata nel seitan fatto in casa...ma sono io che non l'ho trovata o nel tuo blog non c'è la ricetta del seitan homemade by petula?

Petula ha detto...

anonimo...l'amarognolo può esser dovuto all'avocado non ancora maturo o per assurdo troppo maturo. l'avocado deve essere morbido al tatto e staccarsi perfettamente dal nocciolo.

p...ho già risposto con no molte volte a richieste del genere. mi spiace ma questo è e rimane un blog di cucina macrobiotica, non un riassunto o bigino della macrobiotica, materia non facilissima da capire, ma non certo impossibile a patto di metterci curiosità, studio e sperimentazioni quotidiane.
le scorciatoie son sempre pessime strade: kushi, halsey, de francesco e altri autori hanno fatto opere di divulgazione ottime e bellissime da leggere.
qui si trovano comunque suggerimenti per introdurre la macrobiotica anche ad assaggi nella vita di tutti i giorni senza necessità di diventar macrobiotici effettivi e strumenti (libri, link, corsi, indicazioni varie) per diventarlo, oltre alla mia disponibilità nel chiarire i dubbi, se in grado ovvio ;)).

Anonimo ha detto...

Si, capisco, un blog è un blog, ed ha la funzione per il quale è stato concepito...

Bye

P.

Anonimo ha detto...

E fantastica questa ricetta, l'ho preparata adesso per la cena, ma non riesco a fermarmi...dovrò fare un'altra per il mio marito.

Complimenti!!!

Cinnamon Fairy ha detto...

Questa crema di avocado e' buonissima, grazie dell'idea! Io uso spesso l'avocado, ma allo zenzero non avevo mai pensato. Grazie mille per l'ispirazione!

Anonimo ha detto...

Ho conosciuto Petula tanti anni fa. Ho saputo del suo blog (da non credere dal fratello!) e sono subito entrata a curiosare...
E' un blog bellissimo!! Vedo che sei seguitissima e ammiratissima ma soprattutto preparatissima (ne leggo tantissimi di blog...)
Grandi complimenti
Latitti

Petula ha detto...

anonimo, cinnamom...;))))

latitti ... i ritorni dal passato!!! YEEEEE!! la cosa pazzesca è che è stato mio fratello a dirtelo ;DDDD