martedì, agosto 28, 2012

Capperi!



Vorrei dire di aver passato un agosto tranquillo e in ferie e invece no! Ho lavorato a più cose e ho avuto più da fare negli ultimi 30 giorni che a maggio e farlo con 40°, un'umidità degna del VietNam fuori e 15° in ufficio è stato demenziale. 
In ri-vacanza andrò fra una decina di giorni. 
Il caldo e il fatto che la verdura estiva mi annoi a morte nel giro di due settimane (il che vuol dire già che a fine giugno le melanzane mi paiono più interessanti come elemento d'arredo che non come pietanza e che ad agosto sogno cavolfiori e funghi) non ha aiutato la mia voglia di cucinare.
In effetti mi son dedicata a far esperimenti con le mie piante e con il cibo che potevo far diventare conserva/condimento/etc per l'inverno. In queste settimane i pomodori per me hanno più senso piazzati dentro a un vasetto che non sulla pasta ... sono nota il mio non-amore per il caldo, l'estate e tutto quel che ne segue.

Questa ricetta è di grande effetto, perfetta se vorrete stupire gli amici a Natale; sembra lontano, lo so, ma da metà settembre tutto avrà un'accelerazione degna di un libro di Pratchett e vi ritroverete a dicembre con l'ansia del regalo.

L'idea non è mia, ma di uno dei tanti cuochi che popolano le tv satellitari e non chiedetemi chi perché quel pomeriggio ricordo solo che facevo zapping in attesa che il mio corpo, dopo un delirante ritorno tra metro, ferrovie e marciapiedi di catrame sciolto, ritrovasse la sua temperatura naturale e smettesse di appiccicarsi a tutto, comprese le gatte.
Il procedimento è invece farina del mio sacco perché o il cuoco non lo spiegò o io ero nel frattempo svenuta o sotto la doccia.

Polvere di capperi

Prendete dei capperi di ottima qualità, dissalateli, lasciateli asciugare su un telo per un paio di ore, infine metteteli su una placca ricoperta di carta da forno.
Accedete il forno al minimo e lasciateceli per un paio di ore o fin quando non saranno secchi.
L'alternativa è metterli nel forno dopo averlo usato, per intenderci mentre si sta raffreddando, e fare questo procedimento un paio di volte ... risparmierete energia e vi sentirete molto ecologici. 
Polverizzateli poi in un frullatore e metteteli in vasetti carini.
Ovvio che da un etto di capperi non ricaverete un etto di polvere, quindi prendete vasetti piccini piccini come quelli delle spezie e visto che, anche se dissalati, i capperi son molto saporiti non eccedete nell'uso.

Avrete il sapore e il profumo dei capperi senza trovarveli sotto i denti, cosa che disturba parecchio l'elemento maschile di tutta la mia famiglia.

14 commenti:

Irma ha detto...

Che bella idea! Da provare assolutamente! :)
(adoro i capperi! :))
Irma

Vale - SaleQuBi ha detto...

bellissima idea.
anche io sono convinta che ormai siamo già a Natale.... :)

Carla Leni ha detto...

Geniali questi capperi in polvere! Hai ragione, sono di grande effetto! Secondo te si possono fare anche con quelli sottaceto?

Tibisay ha detto...

Ottima idea regalo, in effetti!

knitting bear ha detto...

Fantastica idea! Sia come idea regalo che come cappero di emergenza, che in sé: il cappero in polvere potrebbe dar sapore al piatto in modo più uniforme... Da provare! Grazie

Isafragola ha detto...

Proverò... Con i capperi ho convertito il maritozzo, mentre il piccoletto ora è diventato piuttosto schiczzinoso. E se unissi la polvere di capperi a quella di limone?
Resisti! fea poco arrivano le zucche!

Note di cucina ha detto...

In effetti anche noi abbiamo peperoni, melanzane e zucchine che ci escono dalle orecchie :-). Qui c'è già voglia di zucca, funghi e castagne! L'idea dei capperi è un ottimo spunto. Li usiamo tantissimo e li troviamo fantastici.

Petula ha detto...

sentite già gli scampanellii delle slitte? ;D
che bello essere comprese nei propri deliri!!

CaraLeni ... i capperi sott'aceto non vanno bene.

Isafragola ... mi pare una grandiosa idea.

knittingbear ... hai capito bene. Poi dipende da ciò che si vuole e dalla ricetta.

Tamtam ha detto...

magari fossimo a Natale, non farebbe così caldo....io sono un'appassionata di capperi e ne consumo a chili, posso copiarti la ricetta e postarla con il tuo link, è un'idea fantastica...un caro saluto

Luisa ha detto...

Bellissima idea! Capperi in polvere....non dovrebbero nemmno perdere l'aroma...Complimenti per l'idea ma soprattutto complimenti per il blog..

elicada ha detto...

mia mamma diceva sempre "chiudi gli occhi...è già Natale".
che bontà! una volta i capperi davano fastidio anche a me (come l'uvetta) ora li adoro, ma l'idea della polvere mi piace molto, anche se al forno non ho ancora tolto i sigilli

Petula ha detto...

tamtam ... magari natale no, ma in autunno sì ;) mi piace la stagione di mezzo.

Luisa ... in effetti sono aromatici e nella pasta son un portento.

elicada ... tempo dieci giorni e userai il forno a tutto andare! l'uvetta mi è sempre piaciuta, quelli che detesto ancora oggi sono i canditi!!!!

Estate ha detto...

Una bellissima idea!
Ti seguo da molto e mi sei stata di grande ispirazione per certe scelte, ora ho iniziato un blog anch'io e ti ho inserita nei blog da cui imparare, spero non ti dispiaccia...

Alessia Beltrame ha detto...

http://mastikaemastica.blogspot.it/2012/09/di-premi-e-blog-che-mi-piacciono.html
sei stata nominata :D